Venerdì 21 Giugno 2024
GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO
Altri Sport

Dal Tour Down Under al Giro d'Italia 2023: i sogni di Jay Vine

L'australiano, fresco vincitore della corsa di casa, a maggio vuole emulare le gesta del connazionale Jai Hindley

Jay Vine con la maglia da leader del Tour Down Under 2023 (Ansa)

Jay Vine con la maglia da leader del Tour Down Under 2023 (Ansa)

Roma, 24 gennaio 2023 - Da Jai Hindley, che per il 2023 ha scelto il Tour de France, al quasi omonimo Jay Vine: l'Australia ci prende gusto e sogna ancora in grande per il Giro d'Italia 2023, al quale il fresco vincitore del Tour Down Under 2023 si presenterà con i gradi di (quasi) capitano.  

I dettagli

  Nelle gerarchie di casa UAE Team Emirates i galloni del leader, almeno ai nastri di partenza, dovrebbero andare a Joao Almeida, che non ha nascosto di avere un conto aperto con la Corsa Rosa. Eppure, difficile fermare l'ambizione di un corridore arrivato tardi nel ciclismo che conta grazie alla porta d'ingresso della Zwift Academy, la piattaforma interattiva che quest'anno ha premiato Luca Vergallito. Vine si è poi fatto conoscere al grande pubblico alla Vuelta 2022, la corsa che ha fatto capire al diretto interessato di poter essere competitivo nei Grandi Giri. Le montagne italiane non sono quelle spagnole, ma l'australiano, per sua stessa ammissione, vuole recuperare il tempo perduto puntando a qualcosa di importante. Sulle strade della Vuelta, almeno prima del ritiro, la via imboccata era quella giusta per un corridore votato all'attacco a ogni costo. E dire che la carriera di Vine era cominciata nel calduccio dell'indoor forzato dovuto alla pandemia: una bella differenza rispetto alla severità delle montagne vere.

Leggi anche - Sci, slalom di Schladming: orari, favoriti e dove vederlo in tv