Rohan Dennis (Ansa)
Rohan Dennis (Ansa)

Torrelavega, 11 settembre 2018 - La tappa 16 della Vuelta Espana 2018 mette i corridori di fronte a 32 km a cronometro. Come sempre, ci sono due gare in una: la prima, quella per la vittoria della frazione, vede il trionfo dello specialista Rohan Dennis, che chiude la prova in 37'57''. Nell'altra competizione, Simon Yates amministra il suo vantaggio in classifica e perde solo 7'' da Alejandro Valverde, che fa meglio del compagno di squadra Nairo Quintana (40'07'') e si conferma il principale antagonista del britannico. Al terzo posto della graduatoria sale un sorprendente Steven Kruijswijk grazie al tempo di 38'48'', ma la rivelazione di giornata porta il nome di Enric Mas, che sfrutta il crollo parziale di Miguel Angel Lopez (40'16'') e, grazie a un 39'00'', sale al quinto posto in classifica.

Vuelta 2018, le pagelle della cronometro di Angelo Costa

LA CRONACA - Dopo il giorno di riposo, la Vuelta riparte dai 32 km da Santillana del Mar a Torrelavega. In attesa della prova dei grandi della classifica generale, gli indugi vengono rotti dallo specialista Rohan Dennis, che fa registrare un tempo eccellente di 37'57''. Sono invece alti quelli di Fabio Aru (41'41'') e Vicenzo Nibali (41'59''): l'impressione è che lo Squalo non abbia volutamente forzato la mano, preferendo concentrarsi sulla caccia a una delle restanti tappe di montagna. I riflettori sono tutti sugli uomini in lotta per il successo finale: al primo intermedio brilla Steven Kruijswijk grazie al suo 12'06'', dal quale perdono 40'' Nairo Quintana, 39'' Miguel Angel Lopez e solo 17'' Alejandro Valverde. Ottima la performance di Simon Yates, che paga 20'' di ritardo al primo settore e 48'' al secondo: la maglia rossa concluderà la sua cronometro con un tempo di 39'25'', ovvero 7'' peggio di un grande Valverde (39'32''). Il simbolo del primato però è al sicuro, mentre il vero balzo in classifica è operato da Kruijswijk, che con il suo 38'48'' (stesso tempo di un acciaccato ma sorprendente Michal Kwiatkowski) arriva sul terzo gradino del podio: a farne le spese Quintana (40'07''), ma la palma della delusione della giornata va a Miguel Angel Lopez, che chiude la prova con un altissimo 40'16''. Di sapore diametralmente opposto è la cronometro dell'astro nascente Enric Mas, conclusa in 39'00'': lo spagnolo paga un ritardo di appena 1'03'' dallo specialista Dennis, che rispetta i pronostici e porta a casa la vittoria di tappa.

Vuelta 2018, la tappa 17. Orari tv, percorso e favoriti

ORDINE DI ARRIVO

1)R. Dennis (BMC) in 37'57''
2)J. Rosskopf (BMC) a 50''
3)J. Castroviejo (SKY) a 50''
4)S. Kruijswijk (TLJ) a 51''
5)M. Kwiatkowski (SKY) a 51''
6)E. Mas (QST) a 1'03''
7)N. Oliveira (MOV) a 1'05''
8)L. De Plus (QST) a 1'07''
9)S. Geschke (SUN) a 1'10''
10)K. Asgreen (QST) a 1'10''

CLASSIFICA GENERALE

1)S. Yates (MTS) in 64h52'58''
2)A. Valverde (MOV) a 33''
3)S. Kruijswijk (TLJ) a 52''
4)N. Quintana (MOV) a 1'15''
5)E. Mas (QST) a 1'30''
6)M.A. Lopez (AST) a 1'34''
7)T. Pinot (GFC) a 2'53''
8)J. Izaguirre (TBM) a 3'04''
9)R. Uran (EFD) a 3'15''
10)T. Gallopin (ALM) a 4'43''