Alexander Kristoff della UAE-Team Emirates celebra la vittoria sul traguardo (Ansa)
Alexander Kristoff della UAE-Team Emirates celebra la vittoria sul traguardo (Ansa)

Nizza, 29 agosto 2020 - La tappa 1 del Tour de France 2020 si decide in volata: a vincere è Alexander Kristoff, che con una rasoiata micidiale conquista il suo quarto successo nella Grande Boucle e naturalmente anche la maglia gialla. Una giornata che sulla carta doveva essere semplice per gli uomini con ambizioni di classifica generale si è invece trasformata in un calvario: a causa delle condizioni precarie dell'asfalto sono finiti a terra tra gli altri Julian Alaphilippe, Miguel Angel Lopez (protagonista anche di uno spettacolare frontale contro un palo), Nairo Quintana, Giacomo Nizzolo e due gregari di lusso come George Bennett e Pavel Sivakov, pedine chiave rispettivamente per Primoz Roglic ed Egan Bernal. Non solo: negli ultimi 3 km cade anche Thibaut Pinot, che non subisce danni sul fronte cronometrico grazie alla neutralizzazione del tempo, ma fisicamente e psicologicamente il capitano della Groupama-FDJ non inizia al meglio il suo Tour.

Pronti, via e partono in avanscoperta Michael Schar (CCC), Fabien Grellier (Total Direct Energie) e Cyril Gautier (B&B Hotels-Vital Concept), che raggiungono un vantaggio massimo di oltre 10' prima di essere ripresi a poco meno di 60 km dal traguardo. Il gruppo rimane tranquillo ma, nello stesso tempo, è scosso da numerose cadute che coinvolgono tra gli altri Domenico Pozzovivo, Sam Bennett, Miguel Angel Lopez, Pavel Sivakov (per ben due volte), Ilnur Zakarin, Richie Porte, Nairo Quintana, Caleb Ewan, Giacomo Nizzolo e soprattutto Julian Alaphilippe, costretto a cambiare la bicicletta. In una tappa senza grosse difficoltà altimetriche, a fare la differenza sono il maltempo e le discese, dove perdono terreno anche nomi grossi come Egan Bernal e Tom Dumoulin. La situazione al limite compatta il gruppo, che a 55 km dall'arrivo decide di procedere adagio per evitare ulteriori problemi: non la pensa totalmente così l'Astana, che rompe il "patto" prima di assistere al secondo capitombolo di giornata di Lopez, che sbatte la testa contro un palo. Nonostante la calma, a cadere, tra l'altro in totale solitudine, è anche George Bennett, gregario di Primoz Roglic così come Sivakov lo è di Bernal: non una bella notizia per i due grandi favoriti dell'edizione numero 107 del Tour. Negli ultimi 20 km la corsa torna "vera" e cominciano così le manovre delle squadre dei velocisti, tra i quali la spunta con uno sprint micidiale Alexander Kristoff. Mentre il norvegese esulta e si veste di giallo, sanguina Thibaut Pinot, caduto a tempo già neutralizzato: i problemi per il capitano della Groupama-FDJ sembrano di natura fisica e psicologica.

Ordine d'arrivo tappa 1 Tour de France 2020

1) Alexander Kristoff (UAD) in 3h46'23''
2) Mads Pedersen (TFS) st
3) Cees Bol (SUN) st
4) Sam Bennett (DQT) st
5) Peter Sagan (BOH) st
6) Elia Viviani (COF) st
7) Giacomo Nizzolo (NTT) st
8) Bryan Coquard (BVC) st
9) Anthony Turgis (TDE) st
10) Jasper Stuyven (TFS) st

Classifica generale Tour de France 2020

1) Alexander Kristoff (UAD) in 3h46'13''
2) Mads Pedersen (TFS) +4''
3) Cees Bol (SUN) +6''
4) Sam Bennett (DQT) +10''
5) Peter Sagan (BOH) +10''
6) Elia Viviani (COF) +10''
7) Giacomo Nizzolo (NTT) +10''
8) Bryan Coquard (BVC) +10''
9) Anthony Turgis (TDE) +10''
10) Jasper Stuyven (TFS) +10''