Roma, 28 luglio 2018 - Quando si dice "tale padre tale figlio". Mick Schumacher, figlio di Michael, ha dimostrato oggi che non si tratta solo di un vecchio detto, conquistando la sua prima vittoria nell'Euro Formula 3 e proprio sulla pista belga di Spa-Francorchamps, dove è cominicata la leggendaria carriera del papà. E' successo in Gara 3 dopo una grande rimonta, visto che il 19enne pilota della Prema era partito dalla sesta posizione. 

Al semaforo verde, il figlio di Schumi ha sorpassato Daruvala e, dopo un tocco con Zhou, si è liberato di Aberdein all'ingresso della celebre Eau Rouge, salendo in terza posizione dietro ad Armstrong e Shwartzman. Autore di una prova di attesa per la gestione delle gomme, Mick Schumacher ha dato il massimo nel finale: dopo che Shwartzman ha passato Armstrong, il figlio d'arte ha infilato il neozelandese e poi il russo sul rettilineo del Kemmel. Così è arrivata la sua prima vittoria nella serie e proprio sul circuito sul quale, nel 1991, papà Michael debuttò in Formula 1 al volante della Jordan. Ma le coincidenze non finiscono qui: anche questo primo successo di Schumacher jr è stato 'bagnato' dalla pioggia. 

"Vincere a Spa è una grande sensazione - ha ammesso il figlio del sette volte campione del mondo di F1 - dopo che, purtroppo, in Gara 2 non sono stato in grado di trasformare la pole position di ieri in un successo. A quanto pare, Spa è un buon posto per la famiglia Schumacher. Quando ho visto la pioggia di stamattina ero felice. Mi piace molto la pioggia e le condizioni miste. Nella manovra di sorpasso contro Marcus, sono stato in grado di attaccarlo dalla scia. Avevo già fatto una mossa simile in gara uno e quindi sapevo che avrebbe funzionato".