Yuka Saso
Yuka Saso

EPILOGO: Yuka Saso ha vinto lo U.S. Women's Open, secondo major stagionale. Sul percorso dell’Olympic Club la giovanissima proette, dopo un inizio in salita con due doppi bogey di fila, ha ritrovato lo swing riuscendo a concludere le 18 buche in 73 colpi e, con il punteggio totale di -4, raggiungere il paly off dove, alla terza buca supplementare, ha superato la giapponese Nasa Hataoka. Con questa vittoria Saso ha eguagliato la vincitrice del 2008 Inbee Park quale più giovane campionessa degli U.S Women’s Open all’età di 19 anni, 11 mesi e 17 giorni. È stato il torneo delle giovanissime. Dopo la Saso gli occhi erano tutti puntati sulla dilettante Megha Ganne (+3, 67 – 71 – 72 – 77) che ha affascinato gli spettatori con il suo sorriso sempre stampato in volto. l’amateur ha chiuso il suo primo U.S. Women’s Open in 14esima posizione.

Giulia Molinaro, l’unica italiana in gara, ha terminato al 61° posto il suo secondo U.S. Women’s Open (+16, 74 – 74 – 76 – 76).

Lexi Thmompson era la favorita alla viglia del giro finale. L’americana partita con un colpo d vantaggio sulla Saso ne aveva poi guadagnati addirittura cinque dopo le prima 9 buche. Poi il buio totale e un doppio bogey alla 11 che ne ha segnato indelebilmente il gioco. Il colpo di grazia è arrivato alla 17 e alla 18 con due bogey di fila facendole perdere anche la possibilità di giocarsi il play off con le altre due giocatrici. “È difficile sorridere dopo una conclusione del genere ma voglio dire questa è stata una settimana fantastica. Sì, oggi non ho giocato bene, ho fatto fatica a leggere la direzione del vento e ho sbagliato diversi ferri al green, ma i fan sono stati incredibili e ascoltare i cori e il tifo che mi hanno fatto mi ha dato la forza per continuare a fare sempre meglio”.

TERZO GIRO: Il terzo giro del U.S. Women’s Open ha avuto in Lexi Thompson l’assoluta protagonista. L’americana infatti è stata autrice di un giro in 66 colpi, con cinque birdie e nessun bogey, balzando solitaria al comando a quota -7.

La classifica si è allungata. La prima inseguitrice, la quasi sconosciuta 20enne filippina Yuka Saso, è a un solo colpo dalla leader mentre tutte le altre più arretrate. La dilettante statunitense Megha Ganne, leader dopo il primo giro, è terza a quota -3, alla pari con la coreana Jeongeun Lee6 (il 6 dopo il cognome è dovuto agli altri cinque casi di omonimia!) che guidava al giro di boa. Insomma, Lexi ha il destino nelle proprie mani.

Giornata difficile per Giulia Molinaro che ha concluso il terzo giro in 76 colpi. L’azzurra ha realizzato sei bogey con un solo birdie, nell’ultima buca. Ora si trova al 58° posto dopo aver superato il taglio.