Lorenzo Gagli
Lorenzo Gagli

TERZO GIRO: Al Qatar Masters Nino Bertasio e Lorenzo Gagli si trovano al decimo posto dopo il moving day e possono provare a correre per il titolo nelle 18 buche conclusive. Certo, l'impresa non è facile poiché Darren Fichardt si trova a cinque colpi di distanza.

A Doha il forte vento ha continuato a farla da padrone anche nelterzo giro del Commercial Bank Qatar Masters dove su 72 giocatori rimasti in gara solo in quattro sono riusciti a far registrare un giro sotto il par. Tra questi c'è stato Darren Fichardt, come detto nuovo leader del torneo con un totale di -7.

Sul percorso dell'Educational il sudafricano grazie a un parziale di 70 (-1), è risalito dalla seconda posizione e ora insegue la sesta vittoria in carriera sull'European Tour in un evento che ha già fatto suo nel 2003. Diciotto anni dopo l'ultima volta al Qatar Masters il 45enne di Pretoria ci riprova.

Classifica cortissima con Fichardt tallonato dall'inglese Jack Senior, secondo con 207 (-6). Sono rimasti nella top ten il bresciano Nino Bertasio e il fiorentino Lorenzo Gagli, entrambi decimi con -2. Il vicentino Guido Migliozzi è 18° a un colpo dai due connazionali. Più indietro Francesco Laporta 63° con +6.

Con Fichardt gli altri giocatori che hanno messo a segno un giro sotto il par sono stati l'indiano Gaganjeet Bhullar che, con un 68 (-3), è ora al 3/o posto (208, -5). E ancora: il francese Antoine Rozner (anche per lui un 68), 4/o (209, -4) al pari del danese Joachim Hansen e del gallese Jamie Donaldson. Il quarto player che nel terzo round ha fatto registrare il segno "meno" è stato lo spagnolo Jorge Campillo (70, -1), decimo come Gagli, Bertasio e il danese Jeff Winther (in testa dopo il secondo giro), e vincitore del Qatar Masters nel 2020.

Domani a Doha si assegna il titolo. Con Fichardt che sogna il ritorno al successo sull'European Tour 4 anni dopo l'ultima volta (quando conquistò, nel febbraio 2017, il Joburg Open) per impreziosire un palmares caratterizzato anche da 16 successi (di cui due nel 2020) sul Sunshine Tour.

SECONDO GIRO: Nella giornata di venerdì cambio al vertice. Il nuovo leader è Jeff Winther che con uno score di 67-67 (-8) guida la classifica in solitaria con due colpi di vantaggio sugli avversari. Partito questa mattina alle 6:45, il danese ha sfruttato le condizioni favorevoli prima che il forte vento facesse capolino sul percorso dell’Education City Golf Club.

Gli score parlano chiaro. Il vento del pomeriggio ha penalizzato i giocatori scesi in campo in tarda mattinata. Uno di questi è stato Edoardo Molinari che con un totale di +2 e giro in  +4 esce dal taglio per un solo colpo. Out anche Renato Paratore artefice di due brutti giri (78-78).

Restano in contention gli altri azzurri in campo a Doha.
Nino Bertasio,  dopo il bellissimo giro di ieri, cade in un +1 di giornata ma resta in alta classifica al 7° posto con -5 e a soli tre colpi dalla vetta.
Ottima giornata anche per Guido Migliozzi che con 68 (-4) guadagna ben 63 posizioni in classifica e si posiziona 15°. Stesso totale anche per Lorenzo Gagli (68-70).

Perde terreno ma resta comunque in partita Francesco Laporta (68-73), che a Doha supera il taglio dopo i primi eventi dove era uscito a giocare nel weekend per appena un colpo.

Una classifica cortissima quella del Qatar Masters. A due colpi dal leader troviamo un quintetto composto da Jamie Donaldson, Jack Senior, Darren Fichardt, Kalle Samooja e Kurt Kitayama con -6.