Lunedì 20 Maggio 2024
GIORGIA DE CUPERTINIS
Vinitaly

Vinitaly, fattore Toscana. Export da capogiro, boom del biologico

La regione conta oltre 12.400 aziende e oltre 60mila ettari totali a vite

Verona, 5 aprile 2023 - È una grande, grandissima realtà quella rappresentata dalla Toscana nel mondo della viticoltura, dove conta oltre 12.400 aziende e oltre 60 mila ettari totali a vite con una media di quasi 5 ettari ciascuna e una produzione che nell’ultima campagna ha raggiunto i di 2,3 milioni di ettolitri di vino, in crescita del 12% circa rispetto a quella precedente. La regione è presente con centinaia di produttori, che in occasione del Vinitaly portano con sé le loro etichette di eccellenza.

Un successo che va di pari passo con le esportazioni dei vini all’estero: come conferma l’indagine di UniCredit e Nomisma, le imprese vitivinicole della Toscana sono tra quelle che hanno mostrato una maggior dinamicità nell’export dell’ultimo decennio, segnando un incremento del 75%, rispetto ad una media nazionale del 65%. L’analisi evidenzia inoltre come la Toscana si collochi al top delle regioni italiane in termini di redditività media delle società di capitale, con una crescita del 20,3% tra il 2017 e il 2021. Ma non è finita qui: anche il biologico infatti, gioca un ruolo fondamentale di questa partita.

E la Toscana si colloca prima in classifica: la regione, infatti, si distingue per l'espansione della coltivazione biologica della vite, con una superficie di vigne a coltivazione biologica 42% del totale di vigneto. E per la Toscana emerge anche un miglioramento dal punto di vista dell’incidenza di vini generici sul totale della produzione, che scende infatti dal 5% del 2011 al 3% del 2021.