Mercoledì 22 Maggio 2024

San Ginesio Doc. Rosso e spumante

Intorno al borgo affacciato sui monti Sibillini

La nostra storia. San Ginesio è tra i borghi più belli delle Marche che vanta un affaccio privilegiato sui Monti Sibillini. Si attesta anche come uno dei borghi più belli d’Italia, non ultimo dà il nome a questa piccola ma eccellente denominazione, nata nel 2007.

Le tipologie rosso e spumante, secco e dolce, si fanno strada tra un unicum storico del luogo d’origine, il borgo storico San Ginesio, infatti, è anche detto ‘il paese delle 100 Chiese’.

Il territorio. A Sud della provincia di Macerata, questo scrigno nel cuore delle Marche ospita i vitigni del San Ginesio Doc concentrati in un fazzoletto di comuni dell’alto maceratese e posti a ridosso degli Appennini.

Boschi estesi, terreni di matrice calcareo/argillosa hanno suggerito negli anni la coltivazione di vitigni dalla tempra montana, di maturazione precoce e dall’andamento vendemmiale regolare. Una particolare condizione climatica unita al terroir, conferiscono a questa denominazione una chiara individuazione e tipicizzazione.

Caratteristiche. Il rosso San Ginesio Doc ha peculiarità che danno a questo vino una buona struttura, il colore è rosso rubino intenso e limpido. Il profumo rilascia profonde note fruttate di ribes nero che si mescolano a quelle speziate del chiodo di garofano. Al palato, il sapore è astringente e affine alle note olfattive.

Lo spumante San Ginesio Doc è uno dei pochi spumanti rossi italiani. Nella tipologia secca è ricco di bollicine di media grana e persistenti che si evidenziano nel suo color rubino intenso e riflessi violacei, il suo odore è corposo e aromatico. Il suo gusto è astringente e fresco. La versione dolce di questo spumante riporta le caratteristiche visive e olfattive del secco ma il suo sapore è equilibrato, bilanciato dall’astringenza e dall’acidità.