Mercoledì 22 Maggio 2024
FRANCESCO MORONI
Vinitaly

Morellino di Scansano: "La qualità è vincente"

Il direttore del Consorzio di tutela Durazzi racconta le attività del gruppo. Oltre 200 i soci: "Una kermesse imprescindibile, vogliamo lasciare il segno".

Morellino di Scansano: "La qualità è vincente"

Morellino di Scansano: "La qualità è vincente"

"Il Vinitaly? Per noi è imprescindibile". Alessio Durazzi, direttore del Consorzio a tutela del Morellino di Scansano, non ha dubbi: "È l’evento principale, quello di riferimento per il settore". Il Consorzio, che conta 220 soci, arriva alla kermesse forte dei suoi numeri: negli anni ha lavorato sul posizionamento del Morellino per consolidare la crescita della qualità della produzione. Si assiste ad un costante aumento della presenza sul canale Horeca e ad una crescita del prezzo medio in gdo che ha determinato una crescita in valore. Si contano così circa 1500 ettari vitati all’interno della dominazione, di cui il 12% caratterizzati dal biologico, con una produzione che nel 2023 ha toccato 7 milioni e 300mila bottiglie. La produzione è distribuita indicativamente per il 75% in Italia e per la restante parte, principalmente in Paesi come Stati Uniti, Germania, Regno Unito, Svizzera, Nord Europa e Canada. Sul versante export, continua il lavoro in attività di promozione e comunicazione volto a supportare le aziende nel loro percorso di internazionalizzazioni, investendo affinché si consolidi la conoscenza del brand.

Direttore Durazzi, parlava di una vetrina importante.

"Noi partecipiamo anche al Vinexpo di Parigi, ma dal punto di vista della promozione, più che per quello commerciale, il Vinitaly resta imprescindibile".

Ci spieghi meglio.

"Ci dà la possibilità di avere un feedback diretto da un pubblico esperto sulla percezione del Morellino, sulla denominazione, sui passi che stiamo compiendo. Ed è un momento in cui si incontrano anche vecchi e nuovi amici".

In che modo partecipate?

"Il nostro stand è sempre rimasto lo stesso negli anni e in quest’edizione portiamo più di 60 etichette di aziende associate. Le aziende, però, non sono presenti in maniera direttamente: ci sono dei sommelier che fanno il servizio".

In che modo?

"Accompagnando i visitatori nelle degustazioni e indirizzandoli verso le etichette e i vari stand".

Quali altre novità presentate?

"Quest’anno, per la prima volta, ospiteremo all’interno del nostro stand il mondo della bici: organizziamo un evento di gravel qua a Scansano, a Settembre, dedicato al Morellino".

L’attività sportiva è fondamentale per voi?

"Il cicloturismo ha preso sempre più piede e noi cerchiamo anche di far gravitare nel nostro stand personaggi, volti noti del mondo dello sport. Soprattutto, del ciclismo. È un modo per consolidare un connubio vincente con l’enoturismo".