Martedì 21 Maggio 2024

Cantine Belisario. Dal 1971 il racconto di un’eccellenza

Cantine Belisario, produttrice di Verdicchio di Matelica Doc, vanta una cantina di 30mila ettolitri e 300 ettari vitati. Il Verdicchio di Matelica Riserva Docg Cambrugiano è il gioiello pluripremiato dell'azienda, con note di sapidità e complessità. Saranno presenti al Vinitaly nella Hall 7, stand D9.

Cantine Belisario. Dal 1971 il racconto di un’eccellenza

Cantine Belisario. Dal 1971 il racconto di un’eccellenza

Cantine Belisario è il più grande produttore di un’autentica perla dell’enologia marchigiana e italiana, il Verdicchio di Matelica Doc. Nata nel 1971 come cantina sociale di Matelica e Cerreto d’Esi, oggi è un’azienda agricola di 300 ettari vitati e con una cantina di 30mila ettolitri di capienza. La cantina è profondamente legata al territorio e tutti i vigneti sono vicini alla cantina ad una distanza massima di 10 minuti, il che consente una presenza costante. Tutti i vigneti sono ospitati nell’Alta Valle Esina. Il clima è continentale nelle escursioni termiche e mediterraneo nel soleggiamento. Questo microclima determina un grande accumulo di aromi, la piena conservazione del patrimonio acidico, una produzione fisiologicamente limitata e una maturazione piena, completa, a volte estrema. "I nostri Verdicchi – spiegano dalle Cantine Belisario – sono tipici perché il sistema è irripetibile ed irriproducibile: questo è il valore, il vanto e la responsabilità più grande: essere uno stile, non una moda".

La cantina, presieduta da Antonio Centocanti, è cresciuta anche attraverso la collaborazione, iniziata nel 1988, con l’enologo Roberto Potentini – successivamente diventato direttore generale. Non c’è solo il verdicchio nella gamma dell’azienda che va dal Ribona ai Colli Maceratesi Rosso doc, al Rosso Conero e al Lacrima di Morro d’Alba, ma il portabandiera, il vino più importante e premiato è sicuramente il Verdicchio.

Il gioiello dell’azienda, pluripremiato da molti anni, è il Verdicchio di Matelica Riserva Docg Cambrugiano. Si tratta di un Verdicchio prodotto con uve che svolgono criomacerazione e fa un passaggio di almeno un anno, maturando in acciaio e parte in fusti di rovere per almeno un anno. Ne nasce un prodotto di personalità, rappresentativo del territorio. Si tratta di un vino strutturato e molto complesso, con spiccate note di sapidità.

Anche l’annata 2020 del Cambrugiano ha raccolto, ancora una volta, moltissimi premi: ha, infatti, raggiunto le Quattro viti, il massimo riconoscimento sulla guida Vitae 2024 dell’Ais, i tre bicchieri del Gambero Rosso (la prima volta li ottenne nel 2002) e i cinque grappoli di Bibenda. Non è il solo vino premiato, anche Il Meridia 2020 Verdicchio di Matelica Doc ha invece ottenuto 95 su 100 ai Decanter Awards del 2023, ricevendo la Medaglia d’oro.

Cantine Belisario sarà presente al Vinitaly nella Hall 7, stand D9.