Sabato 13 Aprile 2024

Hamilton rampante, corre già da ferrarista. Leclerc tranquillo: "Siamo dove volevamo"

Sorpresa Mercedes, davanti a tutti nelle prime libere. Charles non si fida del calo Red Bull: "In gara saranno ancora davanti"

Facciamo così: il caso Horner non c’entra, perché non si capisce come una vicenda extra agonistica possa incidere sulle prestazioni di una macchina. Però…

Però ieri la Red Bull non è sembrata irresistibile, nelle prove libere. Verstappen si è lamentato spesso via radio. A motore spento ha ammesso: "Non abbiamo ancora trovato il bilanciamento ideale. Ho avuto anche problemi con il cambio. Non sono comunque preoccupato, ho fiducia nel lavoro della squadra, come sempre".

La squadra guidata da Chris Horner. Almeno per ora.

Uno due. E insomma non se l’aspettava nessuno, dopo i test della settimana scorsa: ieri i più veloci sono stati gli alfieri Mercedes. Primo Lewis Hamilton, secondo George Russell. Risultati ottenuti però in assetto da qualifica. Alla vigilia, la sensazione era invece che la Freccia d’Argento fosse più competitiva sul passo gara. Boh.

Hamilton, il futuro ferrarista, ha evitato smargiassate: "È un po’ una sorpresa questo risultato – ha raccontato il sette volte campione del mondo –. Ma sinceramente non penso che la mia Mercedes abbia già raggiunto la Red Bull sul passo gara. Non è così. Verstappen conserva un margine di vantaggio. Noi ce la dovremmo giocare con la Ferrari, con la McLaren e anche con la Aston Martin di Alonso".

E Russell si è detto d’accordo.

Le Rosse. Quanto alla Ferrari, ha vissuto una giornata senza infamia e senza lode. Leclerc e Sainz non hanno mai dato l’impressione di cercare il tempone ad effetto. Si sono concentrati sulla ricerca dell’assetto giusto, badando a verificare la consistenza delle gomme.

Prudente l’interpretazione offerta dai due piloti. Carletto dixit: "La vera sorpresa è venuta da Red Bull, sul giro secco non volava. Ma anche io rimango del parere che sulla distanza siano avanti. Noi siamo dove immaginavamo, in un decimo ci sono tre o quattro scuderie".

Pragmatico Carlitos: "È una buona cosa aver ridotto il fastidio provocato dal vento del deserto, un anno fa non era così. Dobbiamo cercare la costanza nella prestazione, poi vedremo".

Non esattamente un pieno di euforia, mettiamola così.

La pole. La griglia di partenza del Gran Premio del Bahrain sarà assegnata oggi dalle 17 in poi. Diretta Sky.