Venerdì 19 Luglio 2024

FederlegnoArredo e Intesa Sanpaolo: c'è l'accordo

Obiettivo / Bonus Barriere 75% per agevolare l'accesso alle detrazioni fiscali per porte e finestre

L'iniziativa vuole fornire un sostegno concreto alle aziende

L'iniziativa vuole fornire un sostegno concreto alle aziende

Per mezzo di un comunicato stampa FederlegnoArredo ha fatto sapere di aver rinnovato l’accordo con Intesa Sanpaolo finalizzato all’erogazione di un servizio in convenzione, dedicato in esclusiva alle imprese associate e ai loro punti vendita, di cessione dei crediti d’imposta, estendendolo agli interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti. L'obiettivo dell'iniziativa è quello di fornire un sostegno concreto alle imprese associate, in modo tale da rendere più agevole l’accesso alle opportunità fornite dalle detrazioni fiscali per la vendita e la posa di finestre, porte interne, d’ingresso e parquet, che rispettino i requisiti espressamente elencati nel Decreto 236/89 in materia di prescrizioni tecniche per garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visibilità degli edifici. Va ricordato in tal senso che il Bonus per l’abbattimento delle barriere architettoniche è un’agevolazione del 75% introdotta con la Legge di Bilancio 2022 e prorogata fino al 31 dicembre 2025. Tale agevolazione può essere utilizzata come detrazione direttamente nella dichiarazione dei redditi, in 5 quote annuali di pari importo, oppure mediante le opzioni alternative come lo sconto in fattura e la cessione del credito. Inoltre, l'Agenzia delle Entrate ha da tempo chiarito come, per beneficiare del Bonus finalizzato agli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, non sia necessaria la presenza di una persona disabile all'interno dell'immobile. E non ci sono neppure limitazioni in riferimento alle categorie catastali degli immobili interessati ai lavori: l'unica condizione è che siano effettuati su "edifici già esistenti".