Giovedì 18 Aprile 2024

La Biosfera racconta la donna. Da Adele Bei a Rosina Frulla. Sette muse a cui ispirarsi

Anteprima alle 17 e poi alle 19, 21 e 23. Alle stesse figure è dedicata l’iniziativa all’Oliveriana

La Biosfera racconta la donna. Da Adele Bei a Rosina Frulla. Sette muse  a cui ispirarsi

La Biosfera racconta la donna. Da Adele Bei a Rosina Frulla. Sette muse a cui ispirarsi

"Raccolte per non dimenticare" è il titolo del programma (ideato e reso immagine dalla studentessa Agata Cecchini dell’istituto agrario Cecchi) che la Biosfera di Pesaro 2024 - Capitale italiana della cultura, presenterà alle 17 e, a seguire, 19, 21 e 23 in occasione della Giornata. I due milioni di Led che compongono l’installazione scultoreo-digitale di quattro metri di diametro, collocata in piazza del Popolo, si coloreranno e riempiranno delle immagini dedicate a sette figure femminili che hanno segnato la storia del territorio, scelte e raccontate da studentesse e studenti del liceo artistico Mengaroni: Wanda De Angelis (filantropa, a cui è dedicata la Fondazione Wanda Di Ferdinando); Adele Bei (cantianese, sindacalista e politica, componente dell’Assemblea costituente), Elsa De Giorgi (attrice, regista e scrittrice pesarese), Lea e Sparta Trivella (partigiane e femministe di Pesaro), Costanza Monti Perticari (poetessa), Ave Ninchi (attrice anconetana), Rosina Frulla (partigiana di Pesaro).

La Capitale italiana della cultura avrà anche uno sguardo internazionale, con le immagini che permetteranno ai presenti di tuffarsi nei colori e nelle parole di Frida Kahlo (pittrice messicana surrealista). La prima ‘proiezione’ delle ore 17 sarà alla presenza dell’Amministrazione comunale e delle associazioni della città. Alle stesse figure femminili è dedicata l’iniziativa delle 17.30 in via Mazza "Per via delle donne": immagini, suoni e parole organizzata dagli studenti e dalle studentesse del Liceo Mengaroni insieme al Comune, all’Ente Olivieri - Biblioteca e Musei Oliveriani, associazione Zoe, Centro antiviolenza Parla con noi e alle attività della zona (Blanco, Cinquantotto, Ginger, Greta Shoes, Life Zone, Van Gogh). Durante l’evento saranno donate delle stampe d’autore e l’entrata al Museo Archeologico Oliveriano sarà libera e gratuita.