Lunedì 20 Maggio 2024
ACHILLE PEREGO
Imprese Vincenti

Giro d’Italia tra i "campioni nascosti". Intesa Sanpaolo premia l’eccellenza

Scattato da Milano il roadshow “Imprese Vincenti“. Virginia Borla: "Pmi valore aggiunto del sistema Paese"

Migration

È partito ieri da Milano il roadshow di ’Imprese Vincenti’, programma di Intesa Sanpaolo per valorizzare le Pmi che rappresentano un esempio di eccellenza imprenditoriale capace di reagire ai delicati e continui cambi di contesto come quelli imposti prima dalla pandemia e ora dalla crisi energetica. Presentata lo scorso maggio, la quarta edizione del progetto ha raccolto un ampio interesse in tutta Italia grazie all’opportunità offerta alle imprese di essere inserite in programmi di accompagnamento alla crescita e di visibilità realizzati da Intesa Sanpaolo e dai partner.

Ben 4mila Pmi si sono autocandidate sul sito della banca e tra queste ne sono state selezionate 140. Si tratta di aziende dal profilo innovativo e sostenibile, spesso poco conosciute ma capaci di creare valore aggiunto, che esportano e valorizzano le specificità del territorio, altro elemento chiave di questa nuova edizione. A queste realtà verranno forniti gli strumenti per affrontare tutte le fasi di vita del business, favorendo l’investimento nei fattori intangibili (immateriali, R&S, filiera, formazione) e nei pilastri dello sviluppo, ovvero internazionalizzazione, sostenibilità, innovazione, digitalizzazione e finanza straordinaria. "Imprese vincenti è nato nel 2019 con l’obiettivo di valorizzare le Pmi italiane, di dare voce ai cosiddetti ’campioni nascosti’ della nostra economia e aiutare queste imprese dal grande potenziale a crescere. Dal suo avvio – spiega Virginia Borla, responsabile People, Business Development e Control Management Intesa Sanpaolo – si sono autocandidate oltre 14mila imprese. In totale sono oltre 500 le realtà premiate, circa 60 accompagnate entrate in Elite di Euronext Milano. Le 4mila candidate di quest’anno producono circa 35 miliardi di fatturato e danno lavoro a circa 150mila dipendenti. È un bello spaccato dell’economia italiana".

L’edizione 2022, aggiunge Virginia Borla "è fortemente legata agli obiettivi del Pnrr, cogliendo l’evoluzione di alcuni assi-chiave della strategia d’impresa: i progetti di rilancio e trasformazione della produzione e del business in termini di Digitalizzazione e Competitività, di Sostenibilità e Transizione ecologica, di Innovazione, ricerca e istruzione fino ai programmi di Welfare e salute per i propri dipendenti e per le comunità in cui le aziende operano". Il tour che ha preso il via ieri è articolato in 14 tappe complessive, che avranno luogo in tutta Italia e vede ancora al fianco di Intesa Sanpaolo i partner storici – Bain&Company, ELITE e Gambero Rosso – mentre anche per questa quarta edizione sono stati confermati Cerved, Microsoft Italia, Nativa, Circularity e Coldiretti. E proprio all’agribusiness sarà dedicato uno dei due focus tematici previsti mentre l’altro riguarderà le imprese sociali e il terzo settore. Particolare attenzione è dedicata anche al turismo mentre il tour prevede un evento conclusivo nazionale, rivolto a tutte le 140 Imprese Vincenti.

Nella prima tappa del roadshow, ospitata ad Area Pergolesi a Milano, le 10 ’Imprese Vincenti’ con sede in tutta la provincia si sono presentate all’ampia platea di presenti raccontando la propria storia aziendale e le scelte strategiche che le hanno portate a consolidare il proprio percorso di sviluppo: Kel 12 Tour Operator e Ten Group, attive nel comparto turistico; Corman e Ultraspecialisti, che operano nel settore salute; Dolly Noire e Modes, che lavorano nel mercato della moda; Bancor e Bruschi, che sono attive nel settore della meccanica; Novacavi, che opera nell’industria e Botta EcoPackaging specializzata negli imballaggi in cartone.