Giovedì 18 Aprile 2024

Nel 2023 ricavi e utile in crescita

L'Aeroporto di Bologna chiude il 2023 con ricavi e utile in crescita, tornando ai livelli pre-Covid. Il cda propone un dividendo del 60% dell'utile ai soci.

Tornano i dividendi per gli azionisti dell’Aeroporto di Bologna, che chiude i conti con il 2023 con ricavi e utile in crescita. Il cda dello scalo ha approvato i giorni scorsi il bilancio consolidato e proporrà all’assemblea degli azionisti (convocata per il 23 aprile) la distribuzione di un dividendo pari a 0,264 euro ad azione, destinando alla remunerazione dei soci il 60% dell’utile della capogruppo (circa 9,5 milioni complessivi su 15,9). Con l’approvazione del bilancio 2023, dunque, l’Aeroporto si lascia alle spalle gli anni difficili della pandemia.

Lo dicono i dati di traffico, tornati superiori ai livelli pre-Covid con 9,9 milioni di passeggeri (+17,4% sul 2022 e +6% sul 2019), ma anche i principali indicatori economici: i ricavi consolidati si attestano a 145,1 milioni (+7,8% sul 2022 e +15,9% sul 2019), il margine operativo lordo ammonta a 44 milioni di euro, contro i 54,8 dello scorso anno, quando, però, pesavano i 21,1 milioni arrivati dallo Stato a compensazione dei danni subiti a causa della riduzione del traffico nel periodo pandemico.

Al netto del contributo, il margine operativo lordo dello scorso anno per il Marconi era di 32,9 milioni di euro: quindi, la crescita nel 2023 è stata del 29,4%.