Gusto e salute: dall’Atlantico arriva il gambero argentino

L'elevato contenuto in ferro aiuta a prevenire l'anemia, il rame sostiene il metabolismo

19/12/2021 - di Lorenzo Pedrini
gambero argentino

Tra tante proposte portate dal mare agli scaffali (e da questi alle nostre tavole) all’interno della filiera sostenibile e certificata di Pescanova, molti sono gli esempi di alimenti con virtù che vanno ben oltre il loro gusto al palato. Ma a spiccare, soprattutto in tempi di cenoni e di voglia di ricette speciali, è senza dubbio il Gambero Argentino, pescato dalla flotta del gruppo nelle fredde acque dell’atlantico meridionale, selezionato a mano dal personale di bordo e, poi, surgelato entro poche ore dall’uscita dalle reti, per garantirne la massima qualità.

 

‘El Gambòn’ lo chiamano in spagnolo, come recita la confezione da 2 kg nella quale Pescanova, di questi tempi, è solita presentarli nei banchi freezer dei distributori di tutto il mondo. Ma, come detto, i loro punti di forza non si limitano al sapore che le correnti gelate dell’altro emisfero donano alle loro carni e si estendono, come accade per altri pesci, molluschi e crostacei, pure al fronte della salute e dell’equilibrio alimentare. Anche qui, del resto, un posto di rilievo lo occupano i famosi Omega 3, annidati in quelle sacche lipidiche che tengono al caldo i gamberi in un habitat naturale non poi molto distante dall’Antartide, ma la parte del leone, questa volta, spetta a due metalli altrettanto preziosi.

 

Parliamo del ferro e del rame, l’uno indispensabile per la formazione dei globuli rossi e dell’emoglobina, oltre che per il metabolismo e il sistema immunitario, e l’altro necessario per il mantenimento del tessuto connettivo e per il metabolismo energetico. Oltre che, sempre parlando di rame, per la buona salute dei nostri sistemi nervoso e immunitario e, da ultimo, per la funzione protettiva che l’elemento metallico può esercitare nei confronti dei danni ossidativi connessi all’invecchiamento.

 

Così, grazie a questi sali minerali parte, assieme alle vitamine, della categoria dei micronutrienti, si può chiudere il circolo virtuoso di un’alimentazione varia ed equilibrata come quella promossa da Pescanova. Soddisfa grazie al suo Gambero Argentino un fabbisogno minerale che, salvo casi specifici, può tranquillamente prescindere dagli integratori che troviamo in farmacia. Tanto più se la ‘medicina’, in questo caso, fa venire l’acquolina in bocca e non presenta controindicazioni.

 

Filiera controllata e sostenibilità

Il Gruppo Nueva Pescanova è una multinazionale spagnola specializzata nella pesca, allevamento, trasformazione e commercializzazione di prodotti ittici, nata nel 1960 a Vigo, in Galizia, e stabilitasi, nella seconda metà degli anni Ottanta, prima in Portogallo e poi in Italia, Francia e Grecia. Ora, con oltre 10mila dipendenti in 4 continenti e una flotta proprietaria che comprende navi in grado di surgelare in mare il pescato, l’azienda può definirsi uno dei pochi colossi dei prodotti ittici che abbiano il controllo verticale dell’intera filiera produttiva. Come nei nostri confini fa la sua costola italiana fondata nel 1989, Pescanova Italia, che offre ai connazionali prodotti innovativi, competitivi e ad alto tasso di sostenibilità ambientale e sociale.