Mercoledì 19 Giugno 2024

Tamara Pisnoli, l'ex moglie di De Rossi condannata a 7 anni per rapina ed estorsione

La donna, all'epoca dei fatti già divorziata dall'ex calciatore della Roma, voleva 150mila euro da un imprenditore. Avrebbe anche minacciato di farlo uccidere

Tamara Pisnoli e Daniele De Rossi

Tamara Pisnoli e Daniele De Rossi

Roma, 25 febbraio 2023 - L'ex moglie di Daniele De Rossi, la 39enne Tamara Pisnoli, è stata condannata a 7 anni e due mesi di reclusione per rapina, lesioni e tentata estorsione. Condannati anche Francesco Camilletti e Francesco Milano. Dopo 10 anni di indagine, è così arrivata la sentenza del tribunale di Roma, come spiega la stampa locale.

Rapina a mano armata in banca in via Parigi: è caccia ai 4 malviventi fuggiti a mani vuote

Il caso risale al 2013, quando De Rossi aveva già divorziato dalla donna. Tamara Pisnoli aveva investito 80mila euro per l'acquisto di una licenza per un impianto fotovoltaico insieme alla società dell'imprenditore Antonello Ieffi. A un certo punto, però, ha deciso di uscire all'affare, chiedendo la restituzione della somma, più una maggiorazione: secondo la Procura un totale di 150mila euro.

Al rifiuto dell'imprenditore di pagare, ecco il raid. Ieffi è stato aggredito e portato nell'appartamento della Pisnoli, che lo ha minacciato dicendogli che sabbero "bastati 10mila euro a un albanese" per farlo uccidere. L'uomo è poi stato massacrato di botte, riportando la frattura del setto nasale. Una volta liberato, Ieffi ha subito denunciato il fatto, che ha portato all'indagine e poi al processo con condanna.

Tamara Pisnoli si è sempre difesa dalle accuse ed è rimasta sorpresa dalla sentenza per una vicenda che risale a dieci anni prima e "che comincia con una truffa nei miei confronti" ha spiegato a Repubblica. In aula Pisnoli aveva denunciato la truffa, spiegando di aver invitato Ieffi a casa sua per trovare una soluzione "senza mai dire a qualcuno di picchiarlo". L'ex di De Rossi ha raccontato come fosse spaventata e prima di scappare di aver visto due persone che trascinavano Ieffi pieno di sangue.