Sabato 15 Giugno 2024

Rapina al minimarket: cassiere colpito con 29 sassate al volto e alla testa

Il colpo in zona Anagnina per mano di due studenti romani di 14 e 15 anni. La fuga in autobus con un bottino di 300 euro

Migration

Roma, 26 gennaio 2023 - Due studenti romani di soli 14 e 15 anni, armati di sassi, dietro alla rapina aggravata, commessa in un minimarket di quartiere in zona Anagnina a Roma.  I Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo li hanno sottoposti a fermo poiché gravemente indiziati della terribile rapina commessa la sera del 10 gennaio scorso. 

Armati di sassi hanno colpito 

Due persone entrarono all'interno di un negozio di vicinato e, con la scusa di pagare una bottiglietta d'acqua approfittarono di un momento di distrazione del cassiere per poi colpirlo ripetutamente al capo e al volto con due sassi, riuscendo a rapinare l'intero incasso che ammontava a circa 300 euro, per poi darsi alla fuga. Il cassiere riportò lesioni gravi, venendo ricoverato in ospedale.

Arrivati e fuggiti con l'autobus di linea 

I Carabinieri della Tenenza di Ciampino, acquisite varie telecamere di videosorveglianza, sono riusciti a ricostruire che i due autori avevano utilizzato come mezzo di arrivo e di fuga un autobus di linea, tra quelli in transito nelle fermate limitrofe. L'intuizione ha portato i militari a individuare, due giorni dopo, a bordo di un autobus, le due persone che si vedevano nelle immagini della rapina.

Hashish e contanti in tasca

Entrambi avevano indosso quantitativi di hashish e la somma contante di circa 160 euro che sono stati sequestrati unitamente agli indumenti indossati durante la rapina, su cui sono state rinvenute delle tracce biologiche da analizzare.  La Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma ha richiesto ed ottenuto la convalida del fermo per i due indagati che sono stati sottoposti alla misura del collocamento in comunità.