Canale Monterano, anziana scomparsa da gennaio è stata trovata morta in un bosco: fermato il figlio per occultamento di cadavere

Le indagini proseguono per stabilire le cause del decesso: non è esclusa l’ipotesi di un omicidio

Indagini dei carabinieri (foto d'archivio)

Indagini dei carabinieri (foto d'archivio)

Canale Monterano (Roma), 10 febbraio 2024 – Era scomparsa dallo scorso 24 gennaio a Canale Monterano e ora, dopo settimane di indagini, un’anziana 90enne è stata trovata morta dai carabinieri in un bosco della Riserva del lago di Vico, in provincia di Viterbo. Con l’accusa di occultamento di cadavere i militari di Ronciglione, coadiuvati dai colleghi di Bracciano, hanno fermato il figlio 60enne disoccupato. Ma le indagini proseguono perché non sono ancora state accertate le cause del decesso dell’anziana e non è escluso che sia stato un omicidio.

La scomparsa dell’anziana

A dare l'allarme per la scomparsa della novantenne era stato l'altro figlio della donna, residente in Emilia Romagna, che da alcuni giorni non riusciva a mettersi in contatto con la madre. Dalle indagini è emerso che il figlio sessantenne della donna a inizio mese aveva provveduto a ritirare la pensione della madre, per poi improvvisamente staccare i cellulari e dileguarsi. Giovedì l'uomo è stato rintracciato dai carabinieri di Ronciglione che hanno eseguito nei suoi confronti ad un provvedimento di fermo emesso dalla Procura di Civitavecchia. L'uomo a quel punto avrebbe confessato di aver occultato il cadavere dell'anziana madre, dando indicazioni ai carabinieri su come ritrovarlo. Le attività sono ancora in corso per verificare, a seguito anche dell'autopsia, la dinamica esatta della morte della donna. Non si esclude nessuna ipotesi, anche un eventuale omicidio commesso dal 60enne verso la madre.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui