Sabato 20 Aprile 2024

"Parlano di un Paese che non c’è"

Il Pd critica il ministro Valditara chiedendo una riforma della legge sulla cittadinanza per garantire l'inclusione degli alunni stranieri. La scuola dovrebbe essere un luogo di integrazione, non di discriminazione.

Pd all’attacco del ministro Giuseppe Valditara con Marwa Mahmoud della segreteria nazionale: "A questo punto è ora che Valditara tragga le conseguenze di ciò che dice: in aula la maggioranza degli alunni deve essere italiana, quindi va riformata la legge sulla cittadinanza, in modo tale che chi nasce e cresce in Italia sia italiano anche per legge. L’Italia è un Paese interculturale e il contesto scolastico è la cartina di tornasole".

Poi, l’affondo della responsabile Partecipazione dei democratici: "È incredibile come ai livelli più alti delle istituzioni si continui a parlare di un Paese immaginario, che non esiste. Il pluralismo linguistico, culturale e spirituale di tutti i bambini e le bambine e delle loro famiglie, è un valore aggiunto, motivo di orgoglio e di ricchezza personale e collettiva. La scuola – coclude Marwa Mahmoud deve essere una comunità aperta e inclusiva, non un tribunale in cui i bambini vengono discriminati per il colore della loro pelle

o per il loro

background migratorio e culturale".