Lunedì 22 Aprile 2024

"Noi sempre coerenti. Siamo stati gli unici a battere la sinistra. Su Macron toni diversi"

Colpi di fioretto tra Tajani e Salvini: il leader di Forza Italia difende la coerenza del partito rispetto alla sinistra a Bruxelles e sottolinea l'importanza dell'armonia nel centro-destra.

"Noi sempre coerenti. Siamo stati gli unici a battere la sinistra. Su Macron toni diversi"

"Noi sempre coerenti. Siamo stati gli unici a battere la sinistra. Su Macron toni diversi"

Colpi di fioretto tra il leader di Forza Italia Antonio Tajani e quello della Lega Matteo Salvini (insieme nella foto). Domenica il segretario leghista aveva detto che cinque anni fa FI "scelse di governare con i socialisti, con Timmermans, con von der Leyen, con Pd e M5s", sottolineando che "la coerenza e la dignità per noi non sono in vendita". La replica del leader azzurro è su più fronti: "Siamo sempre stati coerenti. Se c’è qualcuno che ha sconfitto la sinistra a Bruxelles sono stato io perché, candidato presidente del Parlamento europeo, ho sconfitto il candidato di sinistra con una coalizione Popolari, Conservatori e Liberali". Su Macron: "Non è il mio linguaggio. Abbiamo una posizione diversa sull’invio dei militari ma c’è il Trattato del Quirinale che lega l’Italia alla Francia". E, infine, su von der Leyen: "Mai polemiche con un nostro alleato perché i nostri elettori vogliono armonia nel centro-destra".