Il ddl ecovandali diventa legge. Sangiuliano: chi imbratta paga

È diventato legge il ddl ecovandali, che permette di sanzionare con pene più severe e sanzioni amministrative, a seconda della...

È diventato legge il ddl ecovandali, che permette di sanzionare con pene più severe e sanzioni amministrative, a seconda

della gravità della fattispecie, che vanno da un minimo di 10mila a un massimo di 60mila euro, punisce chi imbratta beni culturali. La norma, voluta dal ministro dei Beni Culturali Gennaro Sangiuliano, dispone che e i proventi delle sanzioni vengano devoluti al ministero della Cultura per il ripristino

dei beni. "Il principio è molto elementare: d’ora in poi, chi deturpa e danneggia i nostri monumenti dovrà pagare di tasca propria – spiega il ministro –. Non è giusto che a pagare siano i cittadini italiani". Gli fa eco il capogruppo di FdI alla Camera: "Non si poteva rimanere impassibili di fronte a degli emeriti eco-cretini che con la scusa di difendere l’ambiente e salvaguardare l’ecologia compiono reati ai danni della cittadinanza".