Mercoledì 22 Maggio 2024
MARCELLA COCCHI
Un altro giorno

Bolla affitti per gli studenti, c'è chi dice no

Dilaga la “protesta delle tende”, il governo raduna gli esperti, allerta dei privati sul costo calmierato

Caro affitti: la protesta all'esterno della Sapienza a Roma

Caro affitti: la protesta all'esterno della Sapienza a Roma

Cinquecento euro al mese a Roma, ottocento a Milano. Non è difficile comprendere le ragioni per cui la "protesta delle tende" da parte degli studenti si stia diffondendo in tanti atenei: gli affitti sono alti e sono aumentati negli ultimi mesi.

Le residenze universitarie in Italia sono pressoché inesistenti. I privati affittano sempre più malvolentieri agli universitari e preferiscono i turisti "mordi e fuggi". Che fare? La ministra Anna Maria Bernini ha appena incaricato un gruppo di esperti di individuare un'ipotesi di costo medio calmierato per ogni posto letto. I Comuni hanno molti margini di intervento, spiega nel podcast l'avvocato civilista Ugo Ruffolo.

I rettori si dicono pronti a individuare nuove strutture per le residenze sul modello dei paesi anglosassoni. Il rettore della Bocconi, Francesco Billari, propone in particolare un reddito di cittadinanza per gli studenti, come ci racconta la collega de "il Giorno", Simona Ballatore. I privati sono sul chi va là. Cosa succederà, quindi, nel Belpaese dei tanti atenei e dei fuorisede (4 studenti su 10)? Di certo il problema è esploso e chiede una risposta.

Ha collaborato Marco Santangelo