Venerdì 19 Luglio 2024

Altra scossa di terremoto ai Campi Flegrei. Contributi agli sfollati, il sindaco: “Evitare abusi”

Il primo cittadino di Pozzuoli scrive al prefetto di Napoli: “Serve un protocollo di intesa con la Guardia di finanza sulla gestione dei soldi”. In arrivo dai 400 ai 900 euro al mese per famiglia

L'epicentro del terremoto ai Campi Flegrei e il sindaco di Pozzuoli, Gigi Manzoni

L'epicentro del terremoto ai Campi Flegrei e il sindaco di Pozzuoli, Gigi Manzoni

Napoli, 18 giugno 2024 – È stata avvertita nel cuore della notte una nuova scossa di terremoto ai Campi Flegrei. Alle 3.58 di oggi, una scarica di magnitudo 3.4, con una profondità di circa 3 chilometri, nella zona tra Napoli e Pozzuoli, epicentro dell’attività sismica del super vulcano.

Sono ancora tanti i cittadini sgomberati dopo l’evento del 20 maggio, quando la terra ha tremato a lungo, creando danni in alcune abitazioni. Stanziati dei soldi per aiutare le famiglie a trovare un alloggio, ma il sindaco di Pozzuoli scrive al prefetto di Napoli: “Evitare possibili abusi”. 

Contributi agli sfollati

A Pozzuoli, la via Vecchia San Gennaro è stata riaperta al transito dei veicoli solo pochi giorni fa, era stata “chiusa per ragioni di sicurezza e a salvaguardia della pubblica incolumità a seguito dello sciame sismico del 20 maggio”, spiega il sindaco Gigi Manzoni.

“A breve i cittadini sgomberati potranno beneficiare del contributo per l’autonoma sistemazione”, annuncia Manzoni. Si tratta di contributi che vanno dai 400 ai 900 euro al mese in base al numero di componenti della famiglia sgomberata da casa. Duecento euro in più per ogni over 65 o disabili con invalidità non inferiore al 67%. Ma l’arrivo dei soldi preoccupa, per questo il sindaco ha inviato una lettera al prefetto partenopeo Michele di Bari. 

Approfondisci:

Zona rossa dei Campi Flegrei, 500mila persone a rischio evacuazione. La mappa e le regioni gemellate

Zona rossa dei Campi Flegrei, 500mila persone a rischio evacuazione. La mappa e le regioni gemellate

Manzoni al Prefetto: “Impedire irregolarità”

È una fase delicata per i Campi Flegrei, ieri il sindaco Manzoni ha scritto al prefetto sulla questione dei contributi. Il primo cittadino chiede la stipula di un protocollo di intesa tra il Comune di Pozzuoli e la Guardia di Finanza, per “replicare la virtuosa esperienza realizzata sull’isola di Ischia” dopo l’alluvione e la frana del 2022.

“L’amministrazione intende affrontare tutti i procedimenti legati agli eventi bradisismici con la massima trasparenza, impedendo possibili irregolarità da parte dei cittadini beneficiari di provvidenze economiche. Ciò a partire dall’erogazione del contributo all’autonoma sistemazione”, sottolinea il sindaco Manzoni.

Cosa c’è scritto nella lettera

“Ho chiesto al Prefetto di Napoli – entra nel dettaglio Manzoni, parlando della lettera inviata al prefetto Michele Di Bari – la convocazione di un apposito incontro per condividere e sottoscrivere un protocollo di intesa tra il Comune di Pozzuoli e la Guardia di Finanza, per la verifica dei requisiti che saranno auto dichiarati per l’ottenimento del beneficio. È fermo intendimento mio e della mia maggioranza assicurare che l'utilizzo delle risorse già stanziate e di quelle che saranno oggetto di prossimi provvedimenti del Governo siano concesse evitando eventuali abusi e irregolarità. Tutto questo nell’interesse primario dei cittadini di Pozzuoli”.