quotidiano nazionale
19 feb 2022

Napoli, pugnalato nella macelleria dei genitori a Secondigliano: costituito l'aggressore

L’uomo, 27 anni, è stato aggredito alle spalle forse per motivi passionali. Colpito da sette fendenti, uno dei quali ha perforato un polmone

19 feb 2022
Carabinieri
Carabinieri
Carabinieri
Carabinieri

Napoli, 19 febbraio 2022 - È ricoverato in prognosi riservata con un polmone perforato il giovane di 27 anni aggredito e pugnalato alle spalle - sembra per motivi passionali - intorno alle 10 di oggi 19 febbraio nel mercatino di via Monte Somma, quartiere Secondigliano, a Napoli, mentre era all'interno della macelleria dei genitori.

Colpito con almeno 7 fendenti alla schiena, tra collo e braccia, uno dei quali ha perforato un polmone. Il 27enne è stato trasportato presso l'ospedale di Giugliano dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico, ed è ricoverato in prognosi riservata. Non sarebbe tuttavia in pericolo di vita.

Due ore dopo il fatto, intorno alle 12, un 39enne già noto alle forze dell'ordine, Antonio Caianiello, si è presentato spontaneamente alla caserma dei carabinieri di Secondigliano ed ha ammesso di aver accoltellato il 27enne.

I carabinieri hanno verificato quanto dichiarato dall'uomo e lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di tentativo di omicidio. Il coltello utilizzato è stato sequestrato. Il fermato sarà trasferito al carcere di Poggioreale.

A Chiaia un giovane di 14 anni è stato ferito da un coetaneo dopo che aveva espresso degli apprezzamenti alla sua fidanza 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?