Venerdì 12 Aprile 2024

Stanche di aspettare al pronto soccorso, aggrediscono due infermiere: denunciate madre e figlia 14enne

Accertamenti sul ruolo di altre persone presenti durante l’aggressione nella sala d'attesa dell’ospedale pediatrico Santobono

L'ingresso dell'ospedale pediatrico Santobono a Napoli (foto d'archivio)

(DIRE) Napoli, 24 gen. - Una bambina di quasi due anni

Napoli, 27 febbraio 2024 – Ancora un’aggressione contro il personale sanitario e ancora violenza in una sala d’attesa del pronto soccorso. L’ultimo episodio ha riguardato l’ospedale pediatrico Santobono dove una donna di 34 anni e la figlia di 14 anni, probabilmente stanche di attendere il loro turno al pronto soccorso, hanno aggredito due infermiere. La madre 34enne e la figlia 14enne sono state denunciate dai carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli, intervenuti sul posto, per lesioni, violenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.

Cosa è accaduto

Secondo una prima ricostruzione dell’aggressione, la madre 34enne si è recata al Santobono con 2 figlie, di 14 e 6 anni, ed era in attesa al pronto soccorso per sottoporre la più piccola delle due a una visita medica. Il protrarsi dell’attesa sembra che abbia spazientito la signora e la figlia maggiore al punto da far nascere un diverbio con il personale sanitario poi degenerato nell’aggressione. Le due infermiere colpite hanno riportato lesioni guaribili in una settimana. Sono in corso approfondimenti sul ruolo nell'aggressione di altre persone.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui