Schiaffi, calci e cuscino sulla faccia per soffocarla ma riesce a mandare un messaggio d’aiuto al padre: arrestato il fidanzato

La vittima di 35 anni di Giugliano ha denunciato per maltrattamenti il compagno violento dopo numerosi pestaggi subiti

Una panchina rossa contro la violenza sulle donne (foto d'archivio)

Una panchina rossa contro la violenza sulle donne (foto d'archivio)

Giugliano (Napoli), 11 dicembre 2023 – Picchiata con schiaffi e calci in una stanza d’albergo dal fidanzato ubriaco di 39 anni che ha anche tentato di soffocarla con un cuscino sulla faccia, non è la prima violenza subita ma questa volta riesce a mandare un messaggio al padre. A sua volta il genitore chiede aiuto ai carabinieri che intervengono subito e, dopo essere stata medicata, la donna di 35 anni vittima del compagno violento sporge denuncia e fa arrestare l’uomo per maltrattamenti. 

Cosa è accaduto

Ieri mancavano pochi minuti alle 13 quando ai carabinieri di Giugliano è arrivata una richiesta di aiuto da parte di un padre che ha appena ricevuto un messaggio dalla figlia. La donna di 35 anni si trova in una stanza d’albergo ed è stata picchiata dal proprio fidanzato. Ha atteso che l’uomo si fermasse e, approfittando di un momento di quiete, ha scritto al padre. I carabinieri della sezione radiomobile di Giugliano sono andati all’albergo segnalato a Varcaturo, trovano la donna con lividi e graffi seduta a terra in una stanza dove ci sono anche macchie di sangue, e bloccano l’uomo di 39 anni. La donna viene soccorsa dai sanitari del 118 che la portano all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli per essere medicata.

La denuncia

Una volta dimessa dall’ospedale la donna è stata portata nella caserma dei carabinieri per raccontare l’accaduto e sporgere denuncia. La 35enne ha raccontato di avere con quell’uomo una relazione da un anno e mezzo, lo descrive anche come affettuoso finché però non beve, e lo fa spesso. Durante la relazione si sono ripetute più volte le aggressioni e le violenze, la vittima ha subito fratture al braccio e al naso ed è dovuta anche ricorrere a un intervento chirurgico a un orecchio. Lei lo ha denunciato già in tre occasioni ma poi, ritrovato il fidanzato sobrio e in situazioni tranquille, ha ritirato le querele. Fino all’ultima scenata di gelosia di ieri e al pestaggio arrivato anche al tentativo di soffocare la donna con un cuscino. Dopo il messaggio d’aiuto al padre, l’intervento dei carabinieri e la conferma della denuncia il 39enne è stato arrestato e portato in carcere dove dovrà rispondere di maltrattamenti.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui