"Devi essere mia altrimenti ti sfiguro”: in carcere stalker di 36 anni dopo la denuncia della ex compagna

L’uomo davanti ai rifiuti di riallacciare la relazione ha perseguitato la ex con comportamenti vessatori e minacce di morte e di sfigurarla con l’acido

I carabinieri hanno fermato lo stalker (foto d'archivio)
I carabinieri hanno fermato lo stalker (foto d'archivio)

Napoli, 30 novembre 2023 – “Devi essere mia e di nessun altro. Altrimenti ti sfiguro” E quindi le minacce, prima di morte poi di sfigurarla con l'acido, perché non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale. Comportamenti che hanno portato un 36enne, pregiudicato di Portici, in carcere con l'accusa di stalking. A farlo arrestare la sua ex compagna che ha denunciato le minacce e gli atteggiamenti vessatori dell’uomo.

Comportamenti persecutori e minacce

I carabinieri di Ercolano a seguito di indagini coordinate dalla procura di Napoli (IV sezione indagini Violenza di genere e tutela delle fasce deboli della popolazione) hanno eseguito a carico dell'uomo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale partenopeo. Secondo l'accusa, l'uomo di Portici voleva riallacciare la relazione con la sua ex compagna. In un primo momento ha inviato messaggi sul telefono cellulare e si è presentato sotto casa. Dopo i continui rifiuti, ha iniziato a minacciarla di morte e, in più occasioni, anche di sfigurarle il viso con l'acido, fino a pedinarla in ore notturne e a provocare danni alla sua auto. Stanca delle continue vessazioni la vittima, fortemente intimorita, ha denunciato gli episodi ai carabinieri.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui