Natale a Napoli, dall’igloo alla Fiera del Giocattolo, il tradizionale concerto della Vigilia e il teatro alla Porta: tutti gli eventi delle feste

Sono centinaia gli appuntamenti organizzati in tutta la città per il periodo natalizio in cui è prevista la presenza di 450mila turisti

Natale: acceso l'albero di piazza Municipio a Napoli

Natale: acceso l'albero di piazza Municipio a Napoli

Napoli, 21 dicembre 2023 – Da “Vedi Napoli a Natale e poi torni” alle iniziative per la Befana fino al 7 gennaio, e poi il tradizionale Concerto di Natale all’auditorium del Parco di Bagnoli e quindi i circa 150 appuntamenti in tutta la città di musica, arte, danza, cinema e teatro della rassegna “Altri Natali” iniziata all’Immacolata e in programma fino all’ultimo dell’anno. Sono centinaia gli eventi che animano Napoli nel periodo delle feste con attrazioni e incontri per tutti, da quelli nel centro pensati anche per i turisti a quelli nelle municipalità organizzati dalle associazioni culturali.

Approfondisci:

Capodanno a Napoli, Arisa e The Kolors per il tradizionale concertone in piazza Plebiscito. E poi 4 giorni di festa per salutare il 2023

Capodanno a Napoli, Arisa e The Kolors per il tradizionale concertone in piazza Plebiscito. E poi 4 giorni di festa per salutare il 2023

“Vedi Napoli a Natale e poi torni”

Sono 133 gli spettacoli e 78 itinerari tematici che accolgono cittadini e turisti nelle festività. "Vedi Napoli a Natale e poi torni” è l’iniziativa che anima il Centro Direzionale, piazza Mercato, il quartiere Sanità e piazza Municipio per tutte le feste. Entro il 23 dicembre sarà possibile visitare l'Igloo Christmas Village al Centro Direzionale. Non mancherà l'appuntamento col concerto di Capodanno, quest'anno in piazza Municipio, “That's Napoli Live Show” con il coro diretto dal maestro Carlo Morelli, lunedì 1 gennaio, dalle 12 alle 13.30. Confermate anche per la seconda edizione a piazza Mercato la Fiera del Giocattolo e della Calza, dal 3 al 5 gennaio, dalle 11 a mezzanotte, e la Notte Bianca con il concerto finale con Enzo Gragnaniello. Ritorna Sanità-tà-tà, l'evento che ormai richiama migliaia di persone tra Borgo Vergini, Cimitero delle Fontanelle e piazza Sanità con tanti artisti, noti ed emergenti, dalle 18.30 del 6 gennaio. E “Rivelazioni”, progetto finanziato dalla Regione Campania e promosso dall'assessorato al Turismo, sta proponendo esperienze gratuite, la rassegna “Musica narrata” nelle chiese e spettacoli itineranti.

Presepe o albero? installazione a Napoli risolve dilemma
Presepe o albero? installazione a Napoli risolve dilemma

Oltre 450mila turisti per le feste

“Napoli sta registrando numeri sempre più importanti: se durante il week end dell'Immacolata sono arrivati 200.000 turisti nei giorni di festa prevediamo oltre 450.000 presenze – ha detto l'assessora al Turismo del Comune Teresa Armato – Nel progettare i nostri eventi abbiamo puntato sia sui luoghi già inseriti nel circuito turistico sia su quelli meno noti.  Desideriamo offrire un turismo sempre più esperienziale, immersivo, con tanti eventi e mostrare una città sempre più accogliente, anche grazie all'implementazione dei servizi. Ci sono tanti giovani tutor al lavoro presso gli Infopoint e in giro per la città, a piedi e in bici; è stato aumentato il numero dei bagni pubblici, è stato implementato il servizio di raccolta dei rifiuti e il lavaggio delle strade e stabilito il prolungamento delle corse delle metro e funicolari”.

“Altri Natali”

Prosegue fino al 30 dicembre il programma di “Altri Natali”, la rassegna promossa dal Comune per il periodo natalizio arrivata alla sua seconda edizione. Un cartellone di eventi che racconta il Natale, nella sua radicata tradizione partenopea, che trova però nella fusione con riti, usanze e rievocazioni di altri paesi una narrazione più completa e contemporanea. Perché, come recita il claim della rassegna, “La Cultura è Plurale”. "Guardare il Natale da varie angolazioni, secondo le linee della nostra politica culturale - spiega il sindaco, Gaetano Manfredi - il Natale viene declinato in diverse forme: in 23 giorni di spettacoli, con 150 eventi in 10 municipalità vedremo, ascolteremo, toccheremo infatti i Natali degli altri. Un cammino realizzato da 31 associazioni del territorio per scoprire un mondo che va oltre i confini che conosciamo e per continuare ad arricchire al contempo il tessuto culturale della nostra città “plurale” e “policentrica”. Un calendario ricco e articolato che amplia la nostra offerta culturale per i napoletani e i tanti turisti che accoglieremo nel periodo natalizio”. 

Il Concerto di Natale

Sabato 23 dicembre alle 20.30, all’Auditorium Porta del Parco di Bagnoli, è in programma il tradizionale Concerto di Natale del soprano Maria Grazia Schiavo con la Scarlatti Baroque Sinfonietta. Sarà un omaggio al grande repertorio della musica barocca, curato dall’associazione Alessandro Scarlatti in occasione del “Natale a Napoli 2023”. L’evento, ad ingresso gratuito previa prenotazione, è promosso dal Comune nell’ambito del progetto “Napoli Città della Musica”

Natale alla Porta

Tra le proposte teatrali di questi giorni va in scena venerdì 22 e sabato 23 dicembre  torna in scena "Le donne sono mostri" di Marina Salvetti, regia di Angela Rosa D'Auria, uno spettacolo del programma "Natale alla Porta" con cui il Teatro Tram prende parte alla rassegna comunale "Altri Natali".  Fa parte del programma di eventi gratuiti con cui la sala di via Port'Alba ha voluto omaggiare la storica strada che ne ospita la sede. "Natale alla Porta" rimanda dunque alla Porta che, innanzitutto, è Port'Alba, uno storico punto di passaggio tra dentro e fuori le mura. Sempre al Tram, dal 26 al 30 dicembre, andrà in scena "Leggende Napulitane" di Diego Sommaripa, lo spettacolo che condurrà il pubblico attraverso la Porta della Tradizione che unisce passato e presente attraverso le storie di Napoli che passano di padre in figlio.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui