Venerdì 14 Giugno 2024

Camorra: scarcerato Vincenzo Di Lauro, figlio del boss Paolo. Il Riesame: “Mancano gravi indizi"

Del clan di Secondigliano, era accusato di essere stato il mandante dell'omicidio di Giannino e del tentato omicidio di Magnetti

Camorra, operazione delle forze dell'ordine a Secondigliano

Camorra, operazione delle forze dell'ordine a Secondigliano

Napoli, 12 aprile 2023 - Libero, si aprono le porte del carcere per Vincenzo Di Lauro, secondogenito di Paolo, accusato di essere mandante di due omicidi nella seconda faida di Scampia, di cui uno andato a segno. 

Mancanza dei gravi indizi di colpevolezza: il Tribunale del Riesame di Napoli ha disposto la Scarcerazione di Vincenzo Di Lauro, figlio del boss dell'omonimo clan di Secondigliano, accusato di essere stato il mandante dell'omicidio di Giannino e del tentato omicidio di Magnetti. Vincenzo Di Lauro, difeso dall'avvocato Antonio Abet, è stato scarcerato nella serata di ieri, qualche ora dopo la decisione dei giudici.

Solo qualche giorni fa in carcere è invece finito il fratello Salvatore, non per fatti di camorra ma per maltrattamenti in famiglia. A denunciarlo è stata la moglie (separata) maltrattata e umiliata anche "in presenza dei figli minori della coppia". La donna ha denunciato le violenze il 27 febbraio quanto il marito si era presentato sotto casa con del liquido incendiario.

Approfondisci:

Omicidio di Antonio Natale, in carcere Domenico Bervicato: voleva scappare

Omicidio di Antonio Natale, in carcere Domenico Bervicato: voleva scappare