quotidiano nazionale
2 giu 2022
2 giu 2022

Napoli, nuovo agguato con l'acido a Torre del Greco: minacce e post sui social

Dopo il caso delle due sorelle a Napoli, un'altra aggressione a Torre del Greco. La vittima 52enne raggiunta da due donne su un'auto: "Vorrei capire perchè?"

2 giu 2022
Carabinieri sul luogo in cui ieri una donna è  stata aggredita con l'acido, Torre del Greco (Napoli), 2 giugno 2022
Carabinieri sul luogo in cui ieri una donna è stata aggredita con acido, Torre del Greco
Carabinieri sul luogo in cui ieri una donna è  stata aggredita con l'acido, Torre del Greco (Napoli), 2 giugno 2022
Carabinieri sul luogo in cui ieri una donna è stata aggredita con acido, Torre del Greco

Torre del Greco (Napoli), 2 giugno 2022   - Non si dà pace. "Vorrei solo capire il perchè. Forse per il bene che faccio?". La domanda ancora senza risposta di una donna di 52 anni, vittima di un'aggressione all'acido a Torre del Greco. Sono in corso le indagini per risalire alle autrici dell'agguato. La donna ha denunciato ai militari dell'Arma della stazione Centro della città vesuviana di essere stata raggiunta al viso da liquido urticante lanciato da una delle due occupanti di un'auto la cui conducente si era fermata tra via Vittorio Veneto e via Circumvallazione, richiamando l'attenzione della cinquantaduenne, che per questo motivo si era avvicinata alla vettura.

In particolare si stanno scandagliando le telecamere pubbliche e private attive nella zona, posta nel centro cittadino, che possa avere catturato i momenti dell'aggressione, che stando al racconto della. si sarebbe verificata attorno alle 9.30. (ANSA).

L'agguato a Torre del Greco, e quello a Napoli

 Dopo il caso delle due sorelle di 24 e 17 anni ustionate con l'acido a Napoli tra la notte di domenica e lunedì, un altro episodio simile, ma per fortuna non con le stesse conseguenze, si sarebbe verificato nel Napoletano, a Torre del Greco, martedì mattina 31 maggio; episodio denunciato nelle ore successive dai militari dell'Arma.

La donna di 52 anni che stava percorrendo a piedi la centrale via Vittorio Veneto, è stata avvicinata da una autovettura, con a bordo due donne; entrambe indossavano mascherine chirurgiche. La guidatrice l'avrebbe invitata con un gesto ad avvicinarsi al finestrino. 

A quel punto la donna seduta sul lato passeggero le avrebbe lanciato del liquido sul viso. L'auto si sarebbe poi immediatamente allontanata. Per la vittima è stata necessaria l'assistenza medica a seguito del bruciore avvertito agli occhi.
La donna si è recata dopo un certo lasso di tempo dal proprio medico di famiglia ed è stata giudicata guaribile in 15 giorni per un edema legato a "dermatite da caustici" e una congiuntivite dolorosa. 

Nessuno è intervenuto sul posto né è stato richiesto aiuto al 112. La donna sostiene nella denuncia che, occupandosi di assistenza a persone disagiate, disabili e minori bullizzati, il gesto potrebbe avere relazione con commenti ai suoi post social e minacce telefoniche già denunciate alla polizia. Indagini in corso. 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?