Venerdì 21 Giugno 2024

L’incanto della natura e il profumo del tempo per orologi da sogno

L'orologeria celebra la natura con orologi d'arte ispirati alla primavera e all'estate. Maison come Van Cleef & Arpels, Chopard e Jaeger-LeCoultre creano opere preziose che fondono maestria artigianale e bellezza floreale.

di Amelia Zacco

Fiori, foglie e farfalle. Steli e pistilli. Pare quasi di sentirne il profumo. Per l’orologeria, la natura di questa stagione, quando la primavera volge al termine lasciando spazio all’estate, è un’opera d’arte e come tale va interpretata. Mestieri e savoir-faire restituiscono casse e quadranti che diventano tavole d’artista cui affidare l’interpretazione delle Maison. Colori e profili si trasformano in scene bucoliche che chiedono di essere ammirate. Dipingere un paesaggio, scolpire delle figure, materializzare un raggio di luce…

Nel decorare il quadrante di un orologio, gli artigiani d’arte danno vita a una storia, dando prova di alta precisione: Van Cleef & Arpels si circonda di artigiani il cui talento è il risultato della passione e del tempo, poiché alcune lavorazioni richiedono centinaia di ore. In omaggio alla natura, che ispira la Maison fin dalle sue origini, l’orologio Lady Arpels Brise d’Été in oro bianco e diamanti, con cassa da 38 mm, ricorda la freschezza di una mattina d’estate. Questa nuova creazione fa sbocciare le corolle del giardino di Van Cleef & Arpels, due farfalle in oro bianco e giallo, decorate in smalto plique-à-jour, indicano l’ora e si librano in volo, grazie a un modulo con attivazione a richiesta.

Realizzate in smalto vallonné, le corolle dalle sfumature azzurre sono impreziosite da pistilli in granati spessartite; il quadrante, enfatizzato dall’opalescenza della madreperla, svela una scena poetica, in cui primo piano e sfondo si fondono in una vegetazione rigogliosa. I fiori, decorati da foglie in smalto champlevé, e fili d’erba in granati tsavorite e smalto plique-à-jour, sono sorretti da steli a cui la pittura miniaturizzata tridimensionale dona un effetto di profondità. Questo paesaggio bucolico offre una visione del Temps Poétique in cui le ore scorrono al ritmo costante del ciclo della natura.

Suggerisce l’incanto di un prato fiorito il quadrante dell’Imperiale di Chopard, che abbina alla perfezione i savoir-faire antichi che la Maison possiede e che sono motivo di orgoglio. Interamente progettato, sviluppato e prodotto in-house, richiede l’intervento di numerosi artigiani: dalla realizzazione della cassa, in oro etico rosa e diamanti, da 36 mm di diametro, a quella del movimento, automatico, dall’artigiano orologiaio all’incastonatore, dallo smaltatore all’esperto della lavorazione della madreperla. Il quadrante è interamente ricoperto di una delicata madreperla perlata blu, con l’emblematico motivo ad arabeschi della collezione delineato da un filetto in oro rosa in rilievo che crea sul quadrante una trama floreale. Gli zaffiri Padparadscha incastonati si alternano ai diamanti che formano la corolla dei delicati fiori dai petali di madreperla rosa.

La cassa rettangolare, subito riconoscibile, del Reverso di Jaeger-LeCoultre è una tela perfetta per l’espressione artistica, che invita gli artigiani dell’Atelier des Métiers Rares della Maison a mostrare tutta la propria maestria nelle tecniche gioielliere e nelle arti decorative. Nel nuovo Reverso One Precious Flowers, quello nella foto è Hibiscus Enamel, i motivi floreali avvolgono tutti i lati della cassa, con curve e angoli per un altissimo livello di complessità al lavoro dell’artigiano.

Viene sublimata l’arte della smaltatura abbinandola al paillonnage. Piccoli frammenti di foglia d’oro 24 carati sono tagliati nella forma e nelle dimensioni esatte del motivo desiderato; dopo aver fissato uno strato trasparente di smalto fondente, l’artigiano prende questi piccoli frammenti e li fissa, modellandoli per adattarli allo spazio a disposizione. Solo a questo punto può iniziare la lavorazione con lo smalto colorato. Le tonalità di smalto blu e verde sono esaltate dalla luminosità delle godronature e delle anse incastonate di circa 157 diamanti. Le 50 ore necessarie per la smaltatura e le 22 per l’incastonatura rappresentano un totale di 72 ore di lavoro decorativo artigianale.