Lunedì 17 Giugno 2024

Alpha Studio. Il guardaroba moderno in stile urban

La ’cultura della maglieria’ al primo posto e come primo impegno d’azienda per Alpha Studio fondata nel 1985...

Alpha Studio. Il guardaroba moderno in stile urban

Alpha Studio. Il guardaroba moderno in stile urban

di Eva Desiderio

La ’cultura della maglieria’ al primo posto e come primo impegno d’azienda per Alpha Studio fondata nel 1985 da Franco Rossi e oggi guidata dai figli Paolo che ne è l’amministratore delegato, Maurizio che si occupa di produzione e programmazione e Simona che segue gli acquisti e l’ufficio stile. Tutti e tre co-amministratori e seconda generazione al timone con grinta e indiscussa passione facendo base sempre nella sede di Comeana, frazione di Carmignano (Prato) dove l’impresa ha preso il volo in anni lontani nei quali tutto sembrava più facile. "Ora tutto è cambiato – spiega l’ad Paolo Rossi – ma al tempo stesso è rimasto uguale per noi, sull’insegnamento di nostro padre Franco Rossi: puntare sulla cultura della maglieria, sempre, sull’eccellenza del nostro prodotto, su quel lusso accessibile che è l’oro della moda italiana che punta ad ampliare sempre la clientela nazionale e straniera".

Stavolta Alpha Studio non sarà in Fortezza a Pitti Uomo 106 perché ha deciso di presentare nella boutique di Firenze in via Porta Rossa, oggi pomeriggio, con un evento durante il quale si presenta la collezione per l’estate 2025 e allo stesso tempo ci si connette al mondo con la creatività sconfinata di un famoso tiktoker come Greg Goya, emblema della generazione Z, che creerà una installazione speciale. Insomma si lavora tra artigianalità e contemporaneità.

"Cerchiamo un modo diverso di comunicare il prodotto – dice l’ad – abbiamo sempre fatto fino a gennaio scorso Pitti Uomo in Fortezza ora pensiamo a qualcosa di più dinamico". Molto forte l’impronta moda nelle collezioni del brand. "Abbiamo un ufficio stile forte e preparato che talvolta si avvale anche di consulenze esterne, come in passato, e ogni anno continuiamo a ampliarlo e potenziarlo in creatività – illustra Rossi – per stare al passo coi trend. Per noi il mercato principale è l’Italia col 75% del fatturato che ha raggiunto di 12 milioni di euro. Abbiamo tre negozi diretti, a Piacenza, Firenze e Santa Margherita Ligure e nel nostro Paese c’è una rete di 450 negozi indiretti che salgono a 700 nel mondo".

Ogni anno Alpha Studio produce 250.000 capi in parte di Italia ma per l’80% in Romania e Moldavia. "Tanti anni fa mi padre è stato un pioniere e un visionario e fece la scelta dell’Europa dell’Est per la produzione sempre con filati italiani. Oggi stiamo pensando di riportare alcune produzioni in Italia e il processo è già iniziato con alcuni laboratori di terzisti. Abbiamo 35 dipendenti più un rete di collaboratori esterni, e all’estero abbiamo 150 persone che lavorano per noi", aggiunge Paolo Rossi.

I mercari principali per Alpha Studio sono dopo l’Italia il Nord Europa, la Spagna, la Russia, il Giappone e Taiwan. Ancora presto per Cina e Corea, con la speranza che rinasca il mercato tedesco ora in forte affanno. L’azienda produce per il 40% abbigliamento in maglia maschile e il 60% è dedicato alla donna, si punta al pareggio perché l’uomo sta crescendo. Anche per questa collezione dell’estate 2025 che viene presentata in occasione di Pitti Uomo 106 si punta su capi che abbiano un valore nel tempo, durevoli, convincenti per qualità. "C’è un’inversione di tendenza nella clientela", conclude Paolo Rossi.

La collezione uomo primavera estate 2025 di Alpha Studio nasce dal profondo desiderio di ricerca nelle materie prime e nella manifattura. Un connubio perfetto tra creatività e artigianalità. Per questa stagione Alpha Studio propone un guardaroba versatile e contemporaneo, che spazia dalla t-shirt in filo, ai tessuti tecnici e voluminosi, fino a giacche e pantaloni in jersey double. Ogni capo è progettato per integrarsi perfettamente nella routine quotidiana e durare nel tempo. I colori terrosi come il tabacco, il sabbia insieme a quelli naturali come il latte prendono forme in contesti urban, fondendosi e creando capi dall’eleganza semplice e sofisticata, ispirati dalle materie prime naturali e grezze.

Dall’ufficio al tempo libero, la collezione si distingue per pezzi versatili caratterizzati da intensi toni del blu. La purezza dei materiali più estivi, come cotone e lino, è reinventata attraverso nuove linee, arricchite da lavorazioni speciali, sovrapposizioni di colore tono su tono e delicati contrasti.