Lunedì 17 Giugno 2024

Temporali Milano e Lombardia: non è ancora finita. Pioggia fino a quando? Le previsioni meteo

Ondata di violento maltempo sulla regione. Sulla pianura padana cresce il rischio della formazione di supercelle temporalesche con conseguenti fenomeni estremi. Ma quanto durerà il maltempo che sta provocando così tanti disagi?

Milano – Le piogge di inizio settimana sono state solo un assaggio. Da ieri sulla Lombardia e Milano si è abbattuta l’ondata di vero maltempo. E i temporali non sono destinati a finire a stretto giro. Il tempo resterà ancora marcatamente perturbato sulla regione, con precipitazioni diffuse, temporali, e rinforzi di vento anche in pianura. Ma per quanto ancora pioverà? Per una leggera tregua dovremo attendere ancora qualche giorno. La giornata odierna e domani, giovedì 16 maggio, saranno caratterizzate da piogge in sequenza, anche di forte intensità. A partire da venerdì 17 maggio ci sarà un progressivo colmamento della struttura depressionaria ma solo nel fine settimana inizierà a registrarsi un effettivo miglioramento, anche se il tempo resterà instabile. Dopo un aprile caratterizzato da freddo anomalo e forti precipitazioni, alcune brevi parentesi di sole e temperature miti avevano fatto ben sperare per l’arrivo della vera primavera. Un’illusione – come detto – durata poco: la metà di maggio sarà infatti segnata dal maltempo. E per il fine settimana? Forse potremo tirare un piccolo sospiro di sollievo (ma non completamente). Tra sabato e domenica, infatti, il cielo sarà poco o parzialmente nuvoloso sui rilievi, con nuvolosità a ciclo diurno. In pianura sarà più soleggiato ma con addensamenti alla sera e alla notte e possibili velature domenica. Le temperature minime resteranno stazionarie o in calo, con le massime in lieve e progressivo aumento.

Ecco le previsioni meteo per i prossimi giorni secondo Arpa Lombardia

Oggi mercoledì 15 maggio

Stato del cielo: ovunque molto nuvoloso o coperto. Precipitazioni: diffuse e persistenti per tutta la giornata, da moderate a forti, anche a carattere di rovescio; dal pomeriggio possibili temporali. Neve oltre 2300 metri Temperature: minime in aumento, massime in calo. In pianura minime tra 13°C e 15°C, massime tra 16°C e 18°C. Zero termico: tra 2600 e 2900 metri. Venti: in pianura moderati o localmente forti orientali, persistenti per tutta la giornata; in montagna moderati da sud.

Meteo Lombardia giovedì 16 maggio
Meteo Lombardia giovedì 16 maggio

Domani giovedì 16 maggio

Stato del cielo: nuvolosità irregolare e variabile, ma in genere da nuvoloso a molto nuvoloso o coperto. Precipitazioni: diffuse dalla notte, con rovesci e temporali nel pomeriggio ed in serata sulla fascia di pianura e pedemontana. Temperature: minime stazionarie o in lieve calo, massime stazionarie o in lieve rialzo. In pianura minime intorno a 14°C, massime intorno a 19°C. Zero termico: a circa 2500-2800 metri. Venti: in pianura moderati o localmente forti orientali, in montagna moderati da sud.

Venerdì 17 maggio

Stato del cielo: molto nuvoloso alla notte e primo mattino, con irregolari schiarite a partire dalla pianura nelle ore centrali, nuvolosità irregolare più persistente su Alpi e Prealpi. Precipitazioni: residui temporali alla notte sulla pianura; da metà giornata rovesci sparsi su Alpi e Prealpi, possibili anche su alta pianura in serata ma meno probabili. Neve oltre 1800-2000 metri. Temperature: minime in lieve calo, massime in marcato aumento in pianura. Zero termico: tra 2400 e 2600 metri. Venti: in pianura tendenti a disporsi da ovest già al mattino e a rinforzare al pomeriggio, così come su Appennino e Prealpi orientali; altrove in montagna deboli dai quadranti occidentali.

Le previsioni meteo in Italia: il quadro generale

"Non tutti i temporali sono uguali. In presenza di determinate condizioni, perlopiù legate alla forza del vento e all'instabilità termica, ecco che si possono formare le supercelle temporalesche con diametri anche di 50 km ed altezze oltre i 10.000 metri”, “mostri temporaleschi che possono essere molto pericolosi: dall'aspetto di un'astronave, con il moto delle nubi rotante, spesso provocano forti grandinate e violente raffiche di vento. Le supercelle temporalesche possono durare per ore, rigenerandosi continuamente e portando anche allo sviluppo di locali tornado”. Così Lorenzo Tedici, meteorologo del sito IlMeteo.it sui fenomeni violenti che continueranno nelle prossime ore a colpire Piemonte e Lombardia per poi scivolare rapidamente verso Emilia, Veneto e gran parte del Nord-Est: tra il pomeriggio e la sera l'attività temporalesca maggiore è prevista fin sulle coste adriatiche dove non si escludono isolate trombe marine con la possibilità di grandine di grosse dimensioni.

Di contro al Centro-Sud avremo bel tempo, in prevalenza asciutto (salvo rovesci in Toscana e nord Marche) e via via più caldo: le massime toccheranno i 30°C anche al Centro. Domani arriverà il bis al Nord con la possibilità di altre supercelle temporalesche: "Questi mostri potrebbero attraversare la Pianura Padana da Ovest verso Est con rovesci, fulmini, grandine e downbursts: per downbursts si intendono venti in discesa verticale dalla nube temporalesca ed impattanti la superficie con raffiche orizzontali superiori ai 100 km/h. Un fenomeno sempre più frequente anche a causa dei cambiamenti climatici e della maggior energia in gioco”.

Per contro il Centro-Sud sarà alle prese con le prove generali dell'estate con sole e caldo, fino a 35 gradi al Sud. Venerdì "il tempo è previsto in deciso miglioramento anche al Nord e si prevedono solo rovesci su Alpi e Prealpi. Il caldo, invece, aumenterà sempre di più con i primi picchi da febbre umana in Sicilia con 38°C all'ombra a maggio! Infine, il weekend vedrà alcune novità: ci sarà un aumento del pulviscolo sahariano nell'aria (la cosiddetta 'sabbia del desertò) con cieli più lattiginosi e anche delle piogge rosse o ocra sulle regioni del Centro-Sud nella giornata di domenica. Per quanto riguarda il Nord vivremo una tregua, in quanto da lunedì sono previste nuove piogge atlantiche”. (redm)