Lunedì 22 Aprile 2024

La tempesta del Sahara invade l'Italia. Cappa rosa su Roma, polveri fino alle Dolomiti

Preoccupazione per la salute dei più fragili: la sabbia potrebbe causare problemi respiratori. Il Campidoglio mette in allerta: “Pm10 oltre i limiti”. Neve rossa sulla Marmolada, auto colorate sul Lago di Garda

Roma, 1 aprile 2024 – La grande nube rossa è arrivata fino a Roma: la sabbia del Sahara ha invaso la Capitale. Uno scenario spettacolare quello offerto tra Pasqua e Pasquetta, ma che nasconde delle insidie: la tempesta di sabbia arrivata dal Sahara sull’Italia – dalla neve rossa delle Dolomiti al cielo rosato sul Cupolone romano – potrebbe causare rischi per la salute dei più deboli, dalle bronchiti all’asma.

A Roma la situazione è resa più pesante dalle alte concentrazioni di Pm10, tant’è che il Campidoglio ha messo in allerta i residenti e i turisti più fragili: evitare di esporsi a lungo alle alte concentrazioni di inquinanti presenti nell’aria della Capitale. L’appello è rivolto soprattutto ai bambini, alle donne in gravidanza e alle persone anziane, oltre ai cardiopatici e ai soggetti con patologie respiratorie.

Approfondisci:

Previsioni meteo, una grande ‘bolla’ calda intrappolerà l’Italia. Attesi picchi fino a 30 gradi nel weekend: la mappa

Previsioni meteo, una grande ‘bolla’ calda intrappolerà l’Italia. Attesi picchi fino a 30 gradi nel weekend: la mappa

Sabbia e smog: cosa sta succedendo a Roma

La tempesta di sabbia del Sahara è arrivata a Roma nel giorno di Pasqua e continuerà anche nei prossimi giorni. Un pulviscolo pericoloso per i polmoni dei soggetti fragili e che, combinato con gli alti livelli di smog, potrebbe causare problemi respiratori.

“Durante il ciclo di monitoraggio della qualità dell'aria della giornata del 30 marzo, è stato rilevato – nelle stazioni di Francia, Magna Grecia, Cinecittà, Villa Ada, Guido, Cavaliere, Fermi, Bufalotta, Cipro, Tiburtina, Arenula e Malagrotta – il superamento del valore limite giornaliero di Pm10 previsto dalla normativa vigente”, spiegano dal Comune di Roma. 

Il Campidoglio: “Usate i mezzi pubblici”

Il Campidoglio invita i cittadini alla prudenza. “Optare per l'uso dei trasporti pubblici evitando il più possibile l'impiego del veicolo privato a motore – sono i consigli diramati da Roma Capitale – utilizzare in modo condiviso l'automobile per contribuire alla riduzione dei veicoli circolanti (car pooling o car sharing); preferire veicoli elettrici, ibridi o alimentati con combustibili a basso impatto,come il metano; adottare comportamenti di guida volti alla riduzione di emissioni inquinanti; limitare gli orari di accensione degli impianti termici e ridurre la temperatura massima dell'aria negli edifici; optare per l'uso della bicicletta; preferire, ove possibile, spostamenti a piedi”.

Neve rossa sulla Marmolada

La perturbazione che sta caratterizzando le festività pasquali su gran parte del Trentino e del Veneto, ha portato la ‘neve rossa’ nel Bellunese, tra le Dolomiti e la Marmolada. Un fenomeno causato dai granelli di sabbia del Sahara che, sospinti da una profonda perturbazione avvenuta negli ultimi giorni, sono stati trasportati dal vento per 2.500 chilometri dall’Africa fino alla ‘Regina delle Dolomiti’.

La vetta dolomitica di Punta Penia, quota 3.343 metri, è stata colorata di rosso. Come riferiscono gli esperti, è un evento che accade prettamente in autunno, ma si può verificare anche in primavera. Nelle scorse ore la sabbia del Sahara è arrivata anche sulle rive del lago di Garda, depositandosi sulle autovetture.

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn