Lunedì 20 Maggio 2024

Meteo, ondata di gelo dalla Russia: nuove conferme. "Ipotesi blizzard"

Massime fino a 15 gradi nei prossimi giorni. Lunedì arriverà la svolta: freddo, vento e fiocchi bianchi. Le previsioni sono da verificare nei prossimi giorni, ma lo scenario generale sembra delineato

Roma, 1 febbario 2023 - Il mese di febbraio parte con un'altalena termica in Italia. Le temperature saliranno in modo repentino entro il fine settimana, per poi precipitare nuovamente da lunedì. Lo conferma Lorenzo Tedici, meteorologo del sito ilMeteo.it, aggiungendo che per il resto della settimana è previsto bel tempo quasi ovunque, con massime fino a 15 gradi. Le giornate piacevoli, tuttavia, saranno spezzate da notti e mattine piuttosto fredde, con locali gelate al Centro Nord. 

Ondata di gelo dalla Russia, le certezze e le incognite: le previsioni dell'esperto 

Neve (Fotowebgio)
Neve (Fotowebgio)

L'ondata di gelo

Ma la vera svolta potrebbe arrivare la settimana prossima: un nocciolo gelido russo, NìKola, si sta avvicinando, portando al momento abbondanti nevicate tra Ucraina e Romania, e con il gelo che si spinge fino ai Balcani. L'ingresso dell'aria fredda in l'Italia (dalla Porta della Bora) è previsto già da domenica sera, quando inizialmente qualche fenomeno temporalesco potrebbe insistere sul versante adriatico, e porterà un crollo delle temperature anche di 10 gradi. Secondo le previsioni di 3Bmeteo, il freddo dovrebbe risultare più incisivo lungo il lato adriatico, acutizzato da venti di bora e grecale. 

Anche se non abbiamo ancora certezze sulle precipitazioni, l'ondata di freddo dovrebbe portare con sé anche neve. Fiocchi bianchi su gran parte del Centro Sud e persino sulle spiagge adriatiche, dal Veneto alla Puglia. Per ora c'è maggiore incertezza sul Nord Italia. In ogni caso occorre seguire gli aggiornamenti dei prossimi giorni, perché non è possibile ancora escludere del tutto alcuna ipotesi, ribadisce 3Bmeteo.

L'ipotesi blizzard in Valpadana

La tendenza del resto è confermata anche da ilMeteo.it: "Da mercoledì 8 febbraio la direttrice delle correnti sarà orientale e NìKola trasporterà masse d’aria di origine uralico-siberiana verso di noi e verso tutta l’Italia e l’Europa: dopo ben 5 anni giungerà il Burian, e ci saranno fenomeni vistosi sulle regioni adriatiche e al sud Italia, con temporali di neve". Ma gli esperti del sito aggiungono ulteriori dettagli: "Il gelo, entrando nella Valpadana, si addosserà verso il Piemonte facendo nevicare inaspettatamente a Torino. Ma c’è di più: al Nord Est - scrivono -, segnatamente su Triveneto ed Emilia Romagna potrebbero verificarsi parossistici fenomeni di blizzard con neve in pianura ed infine, un nucleo formatosi sul Tirreno, entro il giorno 9 potrebbe risalire, eccezionalmente nevoso, su Roma". 

La mappa di 3bmeteo