14 mag 2019

Grecia, pedalate contro la crisi: itinerari cicloturistici tra cielo e mare

Dalla Tessaglia alle isole, tanti percorsi per una vacanza da sogno senza passare dai circuiti turistici di massa

martino agostoni
featured image
Meteora

Trikala (Grecia), 13 maggio 2019 - “La crisi economica in Grecia è stata un problema ma anche un’opportunità per fare cambiamenti”. E a Trikala, città della Tessaglia con poco più di 80mila abitanti a pochi chilometri da Meteora, il cambiamento ha riguardato soprattutto lo stile di vita della gente che si è spostato da una condizione un po’ adagiata ad una più dinamica e sostenibile.

Trikala
Trikala
Trikala
Trikala

La bici e le esperienze green sono gli strumenti scelti dagli enti di promozione turistica per rilanciare il territorio, assieme anche a itinerari nuovi nella Grecia continentale del nord, la zona della Macedonia e Tessaglia meno famosa rispetto alle isole maggiori dell’Egeo ma non di minore valore. Strategie per attirare l’attenzione di un viaggiatore affascinato dall’ambiente unico della Grecia, mare e natura che si intrecciano al mito, alla storia e al gusto mediterraneo, ma senza passare dai circuiti turistici di massa. A Santorini, Mikonos, Rodi ed Atene, l’altra proposta greca passa per la penisola Calcidica, la riviera ai piedi del monte Olimpo, Meteora e Salonicco, tutti posti dove un giro in bici può essere un modo comodo e piacevole per fare i viaggiatori.

Ammouliani
Ammouliani
Ammouliani
Ammouliani

Salonicco è il centro maggiore della zona: base per tutti i servizi ma, come ogni città in Grecia, protagonista di una millenaria storia che, nel suo caso, è legata al nome di Alessandro Magno. E’ da sempre sulla strada verso oriente, Costantinopoli non è lontana e non è un caso che la sua chiesa più importante sia Hagia Sophia, una Santa Sofia del VII secolo copia più piccola di quella di Istanbul, anch’essa con mosaici bizantini ma rimasta cristiana. C’è traffico a Salonicco ma anche un lungo mare ciclabile che poi entra nel centro storico dalla grande piazza e viale pedonalizzato dedicati ad Aristotele: il resto è un’avventura tra i bui e profumati mercati coperti, strade e piazze piene di giovani e resti archeologici, musei e monumenti di un passato epico, come la statua di Alessandro a cavallo di un Bucefalo impennato sul lungomare o l’arco di Galerio a Kamara. Poche decine di chilometri lungo il litorale a sud di Salonicco si inizia a intravedere il monte Olimpo, un nome, prima ancora che un luogo, che da solo evoca fascino e curiosità. La “dimora degli dei” è una montagna vera, con la vetta a 2.918 metri e itinerari vari per raggiungerla, dai sentieri trekking alle vie alpinistiche, ma a soli 18 chilometri in linea d’aria dal mare. Abbastanza per creare un ambiente naturalistico unico patrimonio Unesco dal 1981 e tutto da esplorare, ma anche per rendere comoda una visita con la possibilità di usare le numerose infrastrutture turistiche presenti sul vicino litorale.

Meteora
Meteora

 

CONSIGLI UTILI

Per arrivare con la bicicletta nel nord della Grecia i traghetti che collegano i porti dell’Adriatico con Igoumenitsa sono l’ideale: la più veloce è Minoan Lines (gruppo Grimaldi Lines) ha partenze giornaliere da Ancona, fa il viaggio in notturna e le bici imbarcate come “bagaglio” sono gratuite. 

Da Igiumenitsa se si cerca un trasferimento veloce verso la regione della Macedonia ci si può rivolgere a numerose agenzie specializzate in cicloturismo che propongono minivan con il trasporto bici: quella di Minas “Adventures and Wines” di Giannitsa (vicino Salonicco) è in grado di offrire un servizio completo e anche proporre itinerari particolari per il cicloturismo.

Nella penisola Calcidica le infrastrutture turistiche sono numerose e per ogni gusto. Per le gite su due ruote la “bibbia” è “Bike Guide Halkidiki”, edito in inglese da Ludger Vinke con Halkidiki Hotel Associaton, che presenta 17 itinerari sull’intera penisola, con schede, mappe e consigli. Oppure ci sono le agenzie locali: “Surf Vourvourus” a Cape Xifara propone attrezzatura e guide per ogni attività all’aperto, mountain bike comprese.

Verso il monte Olimpo si sta sviluppando l’itinerario “Olympus Riviera Cycling tours” con alberghi e strutture convenzionate e attrezzate bikefriendly. Interessante è una visita all’Olympus National Park Information Center, il museo dedicato alla storia e natura del monte Olimpo, patrimonio Unesco dal 1981, nella cittadina di Litochoro, l’ultima alle pendici della montagna prima di prendere la strada che porta fino a un massimo di circa 1.100 metri.

A Meteora, nella cittadina di Kalampaka, sono numerose le agenzie che propongono tour in bici o il noleggio: “Meteora eBike” offre un servizio completo, compresa la disponibilità di bici elettriche.  

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?