Venerdì 21 Giugno 2024
CONTENTS
Spettacoli

Ivano Marescotti: biografia, film, politica, malattia

L’apprezzato attore e regista romagnolo, molto legato alla sua terra d’origine, è mancato a fine marzo 2023 a 77 anni. Ha esordito tardi, ma ha vissuto esperienze straordinarie in teatro e al cinema.

Crediti: Ansa - Ivano Marescotti durante il Festival Internazionale del Film di Roma

Crediti: Ansa - Ivano Marescotti durante il Festival Internazionale del Film di Roma

Il 26 marzo 2023 è mancato a Ravenna, dopo una lunga e grave malattia, Ivano Marescotti, noto attore e regista. Aveva 77 anni. Da qualche giorno l’artista romagnolo era ricoverato all’ospedale civile di Ravenna. Ivano Marescotti lascia la moglie Erika, che aveva sposato un anno fa, e la figlia Iliade nata da una relazione precedente.  

Ivano Marescotti: biografia

Quella di Ivano Marescotti è stata una vita dedicata al cinema e al teatro, lungo un percorso caratterizzato da impegno civile e dal desiderio di trasmettere il mestiere ai giovani attori. Ha dato anche un contributo importante per la riscoperta e la tutela del dialetto romagnolo. Ivano Marescotti era nato a Villanova di Bagnacavallo, in provincia di Ravenna, il 4 febbraio 1946. I suoi inizi lavorativi lo hanno visto nel ruolo di geometra comunale. Ivano Marescotti aveva fatto il liceo artistico e poi si era iscritto alla Facoltà di Architettura. Era arrivato alla recitazione per caso, in età adulta. A ridosso dei 40 anni, come aveva ricordato l’artista, un suo amico attore gli aveva chiesto di sostituirlo in uno spettacolo. Aveva debuttato andando allo sbaraglio, ma poi era andato avanti, sottoponendosi a una gavetta molto dura. Si era rimesso sui libri, aveva studiato al Dams si Bologna. Marescotti non aveva nascosto, quando rievocava gli inizi difficili, che era arrivato a dormire in un sacco a pelo, senza una fissa dimora. Poi il grande regista e interprete Giorgio Albertazzi lo aveva notato e con lui l’attore era partito per una tournée di alcuni mesi.  

Ivano Marescotti: gavetta in teatro e al cinema

Dopo aver preso la decisione di lasciare l’impiego al Comune di Ravenna e in seguito ai primi passi in una strada lastricata da ostacoli, la sua carriera è proseguita per quarant’anni. Ivano Marescotti ha lavorato con alcuni dei più grandi: Leo de Berardinis, Carlo Cecchi, Marco Marinelli, Giampiero Solari, lo stesso Albertazzi, ovviamente. Al cinema i suoi primi film sono stati ‘La cintura’ e ‘L’aria serena dell’ovest’ di Silvio Soldini. In tutto Ivano Marescotti ha preso parte a più di cinquanta film, diretto da registi quali Anthony Minghella, Ridley Scott, Marco Risi e Pupi Avati. Tra le pellicole in cui ha recitato si ricordano in particolare ‘Il muro di gomma’ di Marco Risi e ‘Il portaborse’ di Daniele Luchetti. Ci sono state anche altre celebri sue interpretazioni in film come ‘Dichiarazioni d’amore’ di Pupi Avati, ‘Pasolini. Un delitto italiano’ di Marco Tullio Giordana. Ha vestito i panni dello spregiudicato manager Brigatti in 'Vacanze di Natale a Cortina' di Neri Parenti. È stato il padre di Alex-Stefano Accorsi in ‘Jack Frusciante è uscito dal gruppo’ di Enza Negroni. Carlo Mazzacurati lo ha voluto in ‘Vesna va veloce’, ‘La lingua del santo’ e ‘La giusta distanza’. E chi ha scordato il suo dottor Randazzo, ispettore di ‘Johnny Stecchino’ di Roberto Benigni? Benigni lo ha voluto anche nel successivo ‘Il mostro’ per la parte di Pascucci. Più recente la collaborazione con Checco Zalone in ‘Cado dalle nubi’ (era il leghista Mauro Mantegazza) e in ‘Che bella giornata’ (il colonnello Mazzini). Tra il serio e il faceto, Ivano Marescotti aveva detto di sé di essere “la spalla più famosa d’Italia”. Nel 2018 era nel cast di ‘A casa tutti bene’ di Gabriele Muccino: ha dato il volto a Pietro, marito di Alba (Stefania Sandrelli) e capostipite dei Ristuccia, il gruppo familiare protagonista della pellicola (da cui è stata tratta anche la serie tv di successo).  

Ivano Marescotti: serie tv

Ivano Marescotti ha preso parte anche a numerose fiction e serie tv, tra cui: - ‘La Neve nel bicchiere’; - ‘Piazza di Spagna’; - ‘I ragazzi del muretto’; - ‘Lui e lei’; - ‘E poi c’è Filippo’; - ‘Codice Aurora’; - ‘I liceali’; - ‘Un medico in famiglia’; - ‘Il restauratore’; - ‘Che Dio ci aiuti’; - ‘Don Matteo’; - ‘Màkari'.

I suoi ultimi lavori sono stati per il grande schermo e risalgono al 2021: ‘Free – Liberi’ di Fabrizio Maria Cortesi e ‘Criminali si diventa’, per la regia di Luca Trovellesi Cesana e Alessandro Tarabelli. Ha avuto 6 candidature al Nastro d’argento. Ha vinto questo premio nel 2004 con il cortometraggio ‘Assicurazione sulla vita’. Da sempre molto legato alla sua terra, la Romagna, a partire dagli anni Novanta Ivano Marescotti ha cominciato un lavoro di recupero del romagnolo, tornando in teatro con i testi di Raffaello Baldini, per poi rileggere e riscrivere alla sua maniera Dante e Ariosto. È stato uno degli autori di ‘Dal grande fiume al mare’ (Pendragon) e ‘Fatti veri. Racconti autobiografici’ (Whitefly Press). A febbraio 2022 Marescotti aveva espresso la volontà di ritirarsi dalle scene per dedicarsi esclusivamente alla sua accademia teatrale a Ravenna.  

Ivano Marescotti: politica

Ivano Marescotti è sempre stato politicamente vicino alla sinistra, anche a fronte dell’esempio del padre, partigiano. Diceva di essere nato con la tessera del Partito Comunista in tasca. Nel 2014 ha tentato anche la strada politica presentandosi alle elezioni europee con la lista 'L'altra Europa per Tsipras'. Nonostante la dichiarata appartenenza politica, Ivano Marescotti non ha esitato a essere critico nei confronti di varie forze politiche. Esprimendo il suo cordoglio alla notizia della scomparsa dell’attore, l’associazione Anpi – a cui era iscritto e presso la quale aveva da poco rinnovato la tessera – lo ha salutato definendolo un attore e un antifascista di cuore e di vita, indimenticabile.  

Ivano Marescotti: vita privata, matrimoni, figli

Nel marzo 2022 Ivano Marescotti ha detto sì a Erika Leonelli, 49 anni, sua allieva, di 27 anni più giovane. Per Marescotti era il terzo matrimonio, che per sua volontà è stato celebrato in dialetto romagnolo a Bagnacavallo. Leonelli era stata allieva dell’artista alla scuola teatrale. Dalle nozze precedenti con Ifigenia Faye Kanarà Marescotti aveva avuto la figlia Iliade, nata nel 2003, da piccola partecipante allo ‘Zecchino d’Oro’. Ivano Marescotti aveva anche un altro figlio, il suo primogenito Mattia, nato dal suo primo matrimonio. Mattia Marescotti, purtroppo, è scomparso a 44 anni per un tumore. Marescotti aveva parlato di quel lutto atroce nella sua autobiografia ‘Fatti veri’, descrivendolo come uno di quei dolori che non si possono superare. Marescotti, che si è raccontato senza filtri né falsi pudori, ha confidato che è andato in scena sia il giorno del funerale del padre sia in quello del figlio Mattia. C’erano il contrasto e la sovrapposizione tra il suo pianto interiore e le risate del pubblico. Ma è in quel momento che l’artista si è sentito più vicino ai suoi cari, molto più che accanto alla loro bara, ha aggiunto.

Immagine: Crediti Ansa