Sanremo Giovani stasera, chi vince? Le pagelle delle canzoni in gara

Oggi in prima serata su Raiuno e su Raiplay i nomi dei tre che parteciperanno al Festival fra i Big

Amadeus e i 12 finalisti di Sanremo Giovani

Amadeus e i 12 finalisti di Sanremo Giovani

I finalisti di Sanremo Giovani 2023 sono 12. Oggi martedì 19 dicembre, in diretta su Raiuno e in streaming su Raiplay, saranno decretati i tre vincitori che dal 6 al 10 febbraio 2024 saranno in gara tra i Big del Festival di Sanremo. Le canzoni sono già edite e si possono ascoltare online su piattaforme come Spotify o su Raiplay, dove si possono vedere i video di tutti brani. Amadeus annuncerà anche i titoli delle canzoni dei cantanti in gara fra i Big a Sanremo 2024.

Ecco le pagelle delle 12 canzoni di Sanremo Giovani

Santi Francesi ‘Occhi tristi’: voto Date loro quel palco. La canzone stenta un po’ a ingranare, ma il ritornello è così forte che ti si appiccica addosso già dal primo ascolto. Dalla vittoria di X Factor in poi non sono esplosi come ci si sarebbe aspettati, ma questa è la loro occasione. La canzone c’è, loro pure. Cosa aspettiamo?

Clara ‘Boulevard’: voto Promessa. Il Premio Lunezia è già suo, così come lo è la certezza che la ragazza ha del talento. La canzone ricorda atmosfere un po’ da Mahmood, sarà il testo che ha punti di contatto di significato notevoli con ‘Soldi’. 

Grenbaud ‘Mama’: voto Occasione. Lo stile è quello di Salmo, la canzone si lascia anche ascoltare a parte alcuni luoghi comuni ormai troppo sentiti. L’attitudine però c’è e questo potrebbe essere un ottimo trampolino di lancio verso qualcosa di diverso e più ricco di contenuti.

Lor3n ‘Fiore d’inverno’: voto Cesaroni. La sua canzone è un mix fra qualsiasi brano di Matteo Branciamore, alias Marco Cesaroni, nella fiction con Claudio Amendola e ‘Baciami ancora’ di Jovanotti velocizzata. Orecchiabile, si lascia cantare, ma niente di più. 

Bnkr44 ‘Effetti speciali’: voto Boyband. A me loro piacciono molto, sanno suonare e cantare. Questo brano è molto pop e si ascolta volentieri, ma purtroppo non riesce a trascinare. Mi ricordano un po’ i Colla Zio della passata edizione per l’energia che riescono a trasmettere. 

Jacopo Sol ‘Cose che non sai’: voto In pista. Non decolla mai, sembra un’incompiuta. Oltre ad avere un testo a tratti un po’ debole. Musicalmente sarebbe anche interessante, si presta a diversi remix. Ma non può andare oltre. 

Dipinto ‘Criminali’: voto Mah. Zoppica un po’ a livello ritmico e anche il testo spesso è banalotto e già sentito. Non rimarrà impresso, ma è un buon punto di partenza. 

Tancredi ‘Perle’: voto Sangiovanni. Non si capisce quanti anni abbia la ragazza con cui esce Tancredi, visto che lascia le perle in bagno ma soprassediamo. Il problema di questa canzone sono le vocali ignobilmente spalancate. Anch’io sono della provincia di Milano, ma Tancredi diamoci un contegno. Il brano è una sangiovannata, niente di nuovo. 

Fellow ‘Alieno’: voto Panda. Fellino caro, non eri il più sfigato della festa ai tempi di X Factor e non lo sei neanche adesso. Anzi, sei un cantautore. E come tale vai tutelato, protetto, salvaguardato, messo in una riserva nella quale i maliardi trapper moderni non possono scovarti. Rimani così. Grazie.

Vale LP ‘Stronza’: voto Deja Vu. Ascoltate ‘Martina’ di Holy Francisco, ormai ex concorrente di Amici di Maria De Filippi di X Factor e noterete più di qualche somiglianza. Nel caso di Vale LP l’insulto è riflessivo, mentre Holy Francisco dava della “stronza” a tale Martina ma la melodia è simile in diversi punti del ritornello. 

Nausica ‘Favole’: voto Calma. A tratti ricorda Romina Falconi e questo non può che farmela amare all’infinito. A tratti, però. Per il resto urla, anche un po’ troppo. La voce ce l’ha e si sente, ma non buca. Peccato

Omini ‘Mare forza 9oi’: voto Forza della natura. Sono rock. Già questo basterebbe. Suonano e pure bene e la canzone di per sè fa ballare e cantare. Cosa devono fare di più? 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro