Mercoledì 22 Maggio 2024

Rushdie e Saviano:: "Un brutto momento per l’informazione libera"

Salman Rushdie e Roberto Saviano affrontano il tema del potere e degli attacchi agli intellettuali al Salone del Libro di Torino. Rushdie ribadisce la necessità di difendere la libertà di espressione, mentre Saviano ringrazia per il sostegno ricevuto.

Rushdie e Saviano:: "Un brutto momento per l’informazione  libera"

Rushdie e Saviano:: "Un brutto momento per l’informazione libera"

Una vera standing ovation ha accolto ieri Salman Rushdie e Roberto Saviano all’ingresso all’Auditorium del centro congressi del Lingotto al Salone del libro. "Mi chiedi come abbia fatto a superare tutto, ma tu ne sai qualcosa. Credo che per te sia ben peggio di quanto lo sia stato per me". Un tema è il rapporto tra potere e intellettuali. "Scrittori, giornalisti, intellettuali sono sotto attacco, è un brutto momento per la libertà di espressione. Pensavo fossero guerre già vinte e invece dobbiamo ripartire daccapo e ricominciare a combattere. Lo faremo" assicura lo scrittore saggista naturalizzato britannico tornato in libreria con Coltello (Mondadori). A

Saviano, che lo ringrazia per la solidarietà espressa nei suoi confronti per il contenzioso con la premier Giorgia Meloni, Rushdie dice: "Io sono stato citato in giudizio da Indira Gandhi quando ho scritto I figli della mezzanotte per una frase che riguardava suo figlio, quindi non sei il primo".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro