Sabato 22 Giugno 2024
CONTENTS
Magazine

Proteggere bambini e bambine dal sole: ecco alcune regole da seguire

L'estate è la stagione della tintarella, ma anche la preferita da molti, soprattutto dai più piccoli, che amano giocare all'aperto e divertirsi sotto il sole o al mare

Regole per proteggere i bambini dal sole

Regole per proteggere i bambini dal sole

I raggi ultravioletti attivano la vitamina D, una molecola chiave per la salute dell’organismo, specie nei bambini e negli anziani. Si tratta di una sostanza importante perché responsabile dell’assorbimento del calcio, fondamentale per la salute e la funzionalità delle ossa, del sistema nervoso e dei muscoli.

Tuttavia, l’esposizione prolungata può avere effetti nocivi sulla pelle dei bambini (e non solo), perciò è importante prendere alcune precauzioni per proteggerli.

Iniziamo fin da subito. Proteggiamoli a cominciare da maggio; non aspettiamo il caldo e il sole cocente di agosto. Anche i raggi dei primi mesi di primavera ed estate possono risultare dannosi. È bene quindi preparare la pelle dei più piccoli ad affrontare la bella stagione.

Ecco alcune regole per proteggere i bambini dal sole.

Limita l'esposizione al sole

È molto importante limitare l'esposizione al sole, specialmente durante le ore più calde della giornata, ovvero dalle 11:00 alle 16:00. In questo modo, si riduce il rischio di scottature e di danni alla pelle.

I bambini con meno di sei mesi di vita non devono essere mai esposti al sole diretto. È necessario che la carrozzina sia messa all’ombra e che gli occhi del neonato non siano indirizzati verso il sole. La testa inoltre, va coperta con un cappellino di cotone.

Il bambino va comunque sempre protetto, indipendentemente dal tempo atmosferico, anche quando è nuvoloso.

Esponi gradualmente il tuo bambino

Spesso i bambini sono maggiormente esposti a scottature durante le vacanze brevi, quelle dei fine settimana. Per proteggerli ti consigliamo di esporli pian piano al sole, perché la pelle ha bisogno di adattarsi al cambiamento del clima, da ore a giorni.

Fagli indossare degli indumenti adatti

Alcuni abiti e tipologie di tessuti possono proteggere la pelle dei bambini dai raggi del sole. Ti consigliamo di scegliere dei vestiti leggeri e di colore chiaro, che coprano il più possibile il corpo, come: cappelli a tesa larga, occhiali da sole e camicie a maniche lunghe di cotone. Meglio evitare tessuti sintetici o che risultano nocivi dopo il lavaggio a caldo.

Gli occhiali da sole dovranno essere dotati di lenti con filtri solari di ottima qualità, il cappello servirà per proteggere la pelle sensibile del viso. Sia la maglietta che i pantaloncini leggeri proteggeranno il resto del corpo da arrossamenti.

Applica le giuste cremi solari

Applicare creme solari è un' importante precauzione per proteggere la pelle dei bambini. Ti consigliamo di utilizzare creme solari con un fattore di protezione elevato e di applicarle 30 minuti prima dell'esposizione al sole, ripetendo l'applicazione ogni due ore, specie se il piccolo entra ed esce dall’acqua. La pelle del bimbo andrebbe trattata con filtri che la proteggano dall'azione dei raggi UVA e UVB.

Dopo il bagnetto serale è bene spalmare anche una crema idratante doposole, specifica per l’infanzia.

Attenzione: controlla le etichette delle creme e l’indice INCI. Evita creme con aggiunte di profumi e sostanze allergizzanti. Meglio le sostanze naturali e poco profumate.

Attenzione alle scottature

Nonostante tutte le precauzione del caso, il bambino potrebbe scottarsi comunque e accusare sintomi di febbre. In questo caso ti consigliamo di rivolgerti al pediatra. Se il piccolo dovesse manifestare un colpo di sole o di calore, va subito portato in un luogo fresco.

Mantieni il bambino idratato

Durante l'esposizione al sole per evitare la disidratazione, i bambini devono bere molta acqua. La disidratazione avviene quando il bambino perde più liquidi di quelli che assume e in estate è facile, perché si suda tanto. Ti consigliamo quindi di portare sempre con te una bottiglia d’acqua e di offrire da bere ai bambini regolarmente.

Attenzione ai giochi d’acqua o con la sabbia

Per proteggere i bambini dal sole è importante che non siano per troppo tempo sudati mentre giocano sulla sabbia o con l’acqua. La sabbia, insieme all’umidità, può esporre il piccolo a infezioni o irritazioni. Meglio alternare i momenti di gioco a docce divertenti e rinfrescanti, utilizzando anche degli spray termali facilmente acquistabili in farmacia, per tenere sempre pulita l’epidermide.

Evita i repellenti per gli insetti

Quando esponi il tuo bambino al sole, è meglio evitare di usare dei repellenti contro le punture d'insetto. L’uso di questi prodotti può provocare delle alterazioni alla pelle e fotodermatiti.

In caso di dubbi, punture, pruriti, puoi rivolgerti sempre ad un pediatra per farti indicare quale crema sia la più adatta alla pelle del tuo bambino.

Prediligi una dieta equilibrata

La sudorazione fa perdere molti liquidi, che dovranno essere necessariamente reintegrati per evitare i rischi di disidratazione. Un'alimentazione ricca di liquidi e di sali minerali è alla base della buona salute, soprattutto in estate.

È inoltre consigliato suddividere l’apporto calorico giornaliero in 4-5 pasti, preferendo latte e yogurt scremati, pane e cereali integrali e consumando frutta 2-3 volte al giorno.