Giuseppe Tassi
Giuseppe Tassi

Non solo Suv. il mondo Peugeot regala il gusto di guidare una berlina sportiva e ad alta tecnologia. È la ricetta semplice della nuova 308, la media di segmento C che, con la sua versatilità, mira a consolidare un vero e proprio successo planetario: 1 milione e mezzo di unità vendute dal 2013 ad oggi.

Il restyling della veterana non modifica il design, che resta fedele ai suoi canoni classici, con piccoli ritocchi per rendere più filante la linea del muso. Le novità importanti riguardano le motorizzazioni, sempre più ecologiche, la tecnologia di bordo e gli ausili alla guida che raggiungono il livello 2. La combinazione di eleganza e sportività è garantita da una linea essenziale, dai sedili avvolgenti, dagli ampi spazi interni. I materiali sonio di ottima qualità e piacevoli al tatto e la strumentazione di alto livello.

Domima il cruscotto l’I- Cokcpit interamente digitale, che offre le informazioni di guida al pilota. E anche all’interno l’essenzialità domina: spariscono i pulsanti e tutte le funzioni della vettura, compreso il clima, sono regolati da un touch da 10 pollici. Dopo un breve allenamento, sarà facile scorrere il menù anche durante la guida ma è bene prendere confidenza poco a poco per evitare pericolose distrazioni.

Il volante, piccolo e sportivo, è in linea con il carattere dell’auto. Unico rilievo: la corona spesso copre parte del cockpit, che ha una linea molto schiacciata, limitandone la visibilità. Problema comune con altri modelli del Leone.

Alla guida l’auto rivela il suo carattere forte e un’invidiabile compostezza. Le sospensioni rigide limitano il rollio e assorbono bene buche e avvallamenti, lo sterzo agile e preciso permette di pennellare le curve anche in piena velocità.

Il motore Pure Tech benzina da 130 cv e il cambio manuale si combinano in modo armonioso nelle accelerazioni e nei cambi di velocità. Anche in modalità Sport, quando lo sterzo che diventa più rigido e il propulsore più reattivo, l’auto resta piacevolmente incollata all’asfalto e comunica una piacevole sensazione di sicurezza. La gamma motori si completa con un benzina 1.2 da 110 cv e un 4 cilindri diesel 1.5 da 130 cv, oltre alla versione sportiva Gti da 263 cv.

Piatto forte della nuova 308 sono le dotazioni di sicurezza con Cruise control adattivo, city brake, ausili alla guida di secondo livello e comando vocale grazie alla 3D Connnected Navigation, che permette di monitorare le condizioni del traffico e segnalare le zone di pericolo.

Gli allestimenti, molto ricchi, sono Activ, Allure e GT con prezzi che partono da 22.700 euro. Prevista anche una versione Active Business, destinata alle flotte.

Divisa fra berlina (20%) o station wagon (80%), l’Italia si conferma cliente fedele e affezionata di un’auto che corre con slancio e vitalità nel solco della tradizione, ma con tecnologie che la proiettano nel futuro.