Martedì 25 Giugno 2024
FILIPPO MARIA ALETTI
Magazine

May Pang e le altre: tutte le amanti dei Beatles

Le vite amorose travagliate e gli eccessi: mogli, amanti e compagne che sono state accanto ai 4 di Liverpool

John Lennon con May Pang

John Lennon con May Pang

Dall’uscita del documentario The lost weekend: a love story non si parla d’altro. La pellicola di Eve Brandstein ha messo sulla bocca di tutti il nome di May Pang, assistente di John Lennon e – a quanto si scopre dal film – amante di quest’ultimo. La storia tra i due risale al 1973 e sarebbe terminata due anni dopo. All’epoca la ragazza americana, di origine cinese, aveva 23 anni, dieci in meno dell’ex Beatles. Fu la stessa Yoko Ono a far mettere insieme i due, dapprima assumendo la ragazza come assistente e poi dandole il via libera per uscire con Lennon, da cui si era separata. In quei diciotto mesi insieme May aiutò il cantante a riconciliarsi con il figlio Julian e l’ex moglie Cynthia. In quel periodo John Lennon ritrovò il successo commerciale con gli album Mind Games e Walls and Bridges, che includeva la hit Whatever Gets You Through the Night, unico brano da solista del cantante a piazzarsi al primo posto delle classifiche mondiali. A detta di May Pang, Lennon la lasciò per evitare di perdere il visto negli Stati Uniti, ritornando tra le braccia di Yoko Ono. “Stavamo per comprare una casa insieme – racconta Pang –, poi mi lasciò all’improvviso. Dissi a Yoko di essere felice, mi rispose che non lo sarebbe mai stata”.

May Pang si è poi sposata con Tony Visconti, leggendario produttore e amico fraterno di David Bowie, con cui ha avuto due figli. La travagliata vita amorosa di Lennon aggiunge dunque un nuovo tassello a un già complesso mosaico. Oltre alla già citata Yoko Ono, Lennon si sposò giovanissimo con Cynthia Powell. Considerata la quinta Beatle, la donna fu in grado di evitare più volte lo scioglimento del gruppo, placando lo spirito ribelle di John. In seguito alla separazione divenne un’apprezzata illustratrice. Dopo la morte di cancro nel 2015 le è stata dedicata un’opera teatrale scritta da Mike Howl, che ne racconta le gesta. I due ebbero un figlio, Julian, per cui Paul McCartney scrisse Hey jude per consolarlo durante il divorzio dei genitori. Più tranquille le vicissitudini amorose di Paul, che a fine anni sessanta sposò la modella e fotografa Linda Eastman. Poco apprezzata dai fan, secondo i quali avrebbe tenuto lontano Paul dagli ex compagni limitandone la vena creativa, Linda è stata pioniera del veganesimo e dell’attivismo animalista. Dopo la sua morte per un tumore nel 1998, Paul McCartney si è sposato dapprima con Heather Mills nel 2002 e poi con Nancy Shevell nel 2011, entrambe molto più giovani di lui. Scatenato, invece, George Harrison che ebbe tantissime amanti. Si sposò nei primi anni ’60 con Pattie Boyd, modella che conobbe sul set del film A hard day’s night. I due si lasciarono quando Pattie decise di accettare le avances di Eric Clapton, che per lei scrisse il capolavoro Layla, album dei Derek and the Dominos. Harrison si consolò con Olivia Arias, con cui rimase sposato fino alla propria scomparsa nel 2001. Ancora oggi Olivia dichiara di essere rimasta accanto al marito per amore, pur sapendo delle innumerevoli donne con cui è stata tradita. Tra le amanti di Harrison, anche Maureen Cox, la prima moglie di Ringo Starr. La Cox passò alla ribalta perché an soli diciotto anni riuscii a sposare il suo idolo Ringo, con cui ebbe tre figli. I due si conobbero al Cavern, dove la band si esibiva spesso. La coppia divorziò nel 1975 e Ringo si risposò negli anni ’80 con la Bond girl Barbara Bach, ancora oggi sua moglie. Forse ha proprio ragione Eric Clapton, quando descrive quegli anni come una miscela esplosiva di alcol, droga, scambismo e rock and roll.