Le mostre 2024. Picasso lo straniero. Goya e Caravaggio. È l’anno dei maestri

A Milano il padre del Cubismo per un “altro“ sguardo sull’immigrazione. A Roma capolavori a confronto: il “Parasole“ e la “Buona ventura“

Le mostre 2024. Picasso lo straniero. Goya e Caravaggio. È l’anno dei  maestri
Le mostre 2024. Picasso lo straniero. Goya e Caravaggio. È l’anno dei maestri

Roma, 6 gennaio 2024 – Picasso, Munch, Van Gogh, Goya, Caravaggio. Il 2024 è protagonista di un calendario di eventi d’arte da non perdere.

Milano 

A Milano l’attesa è per Picasso e Munch a Palazzo Reale: si intitola Picasso, lo straniero, la mostra dedicata al maestro spagnolo (dal 20 settembre 2024 al 2 febbraio 2025) che propone oltre 80 capolavori del padre del Cubismo per una riflessione sui temi dell’accoglienza, dell’immigrazione e della relazione con l’altro, mentre la celebrazione di Edvard Munch, altro gigante della pittura europea tra il XIX e il XX secolo, precursore dell’Espressionismo e del Surrealismo, arriva ottobre: la monografica ripercorrerà la carriera dell’artista norvegese dell’Urlo a 80 anni dalla morte.

Roma 

A Roma Goya e Caravaggio saranno ai Musei Capitolini dal 9 gennaio al 25 febbraio, nella mostra Verità e ribellione: nella Sala Santa Petronilla Il parasole (El quitasol, 1777), il dipinto di Goya in arrivo dal Museo Nazionale del Prado, sarà esposto a confronto con la Buona ventura (1597) del Caravaggio. Sempre a Roma, Palazzo Bonaparte ospita fino all’1 aprile la mostra dedicata a Escher, più di 300 opere.

Trieste 

A Trieste oltre cinquanta capolavori di Van Gogh provenienti dal Kröller Müller Museum di Otterlo verranno esposti al Museo Revoltella dal 22 febbraio al 30 giugno: dopo il successo a Roma, qui la mostra si arricchisce dei due celebri ritratti, quelli di Monsieur e Madame Ginoux, proprietari del caffè di Arles.

Brescia 

A Brescia i Macchiaioli saranno protagonisti dal 20 gennaio al 9 giugno a Palazzo Martinengo: la mostra, in 10 sezioni, propone opere di molti artisti; tra i capolavori le Cucitrici di camicie rosse di Odoardo Borrani (1863) e Raccolta del fieno in maremma di Giovanni Fattori.

Firenze 

A Firenze dal 22 marzo al 21 luglio a Palazzo Strozzi sarà allestita la mostra Anselm Kiefer Angeli caduti, una selezione di opere storiche e di nuove produzioni per un percorso di grande impatto.

Venezia 

A Venezia il 2024 rinnova (dal 20 aprile al 24 novembre, pre-apertura 17, 18, 19 aprile) l’appuntamento con la Biennale Arte, che ha scelto come titolo della 60ª edizione Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere.

Padova 

Padova dedica a Monet (dal 9 marzo al Centro Culturale Altinate San Gaetano) una mostra con 50 capolavori del padre dell’Impressionismo, prestati dal Musée Marmottan Monet di Parigi. Presenti tra gli altri: Ritratto di Michel Monet con berretto a pompon (1880), Il treno nella neve. La locomotiva (1875) e le famosissime Ninfee.

Pisa 

A Pisa, agli Arsenali della Repubblica, è approdata dal primo gennaio (e sarà visitiabile fino al 7 aprile) Steve McCurry. Icons, la mostra dedicata a uno dei maestri della fotografia contemporanea che ha fatto il giro del mondo.

Catania 

Catania ospiterà una grande monografica dedicata a Joan Mirò, tra i più celebri esponenti del Surrealismo: al Palazzo della Cultura, dal 20 gennaio al 7 luglio, ottanta opere dell’artista catalano tra tempere, sculture, acquerelli, dipinti, disegni e ceramiche.

Parigi 

Parigi – e oltre 30 città francesi – celebreranno quest’anno i 150 anni dalla mostra che diede vita al movimento Impressionista: tra gli eventi di maggior spicco quello dal titolo Paris 1874. Inventer l’impressionnisme, al Museo d’Orsay, dal 26 marzo al 14 luglio 2024, che riunirà ben 130 capolavori.

Londra 

A Londra il British Museum a Londra accoglierà (dal 2 maggio al 28 luglio) la mostra su Michelangelo Buonarroti che ripercorrerà in modo inedito gli ultimi trent’anni della sua vita: in esposizione i disegni preparatori per il Giudizio Universale e il cartone dell’Epifania.

Vienna 

A Vienna il Museo Albertina renderà omaggio al maestro della pop art, Roy Lichtenstein, nel centenario della sua nascita: la retrospettiva presenterà una selezione delle opere più significative, tra cui due icone: Look Mickey e Popeye. Dall’8 marzo al 14 luglio.

Berlino 

Berlino dedicherà a Caspar David Friedrich, tra i più significativi interpreti del Romanticismo tedesco, la mostra all’Alte Nationalgalerie dello Staatliche Museen di Berlino dal 19 aprile al 4 agosto, in occasione dei 250 anni dalla nascita di un pioniere dell’arte moderna.

New York 

A New York il MoMA presenta (dal 17 marzo al 7 luglio) Good Night Good Morning, la più ampia retrospettiva mai dedicata all’artista visiva Joan Jonas negli Stati Uniti.

Tokyo 

A Tokyo il Mori Art Museum, dal 24 aprile al 1° settembre, accoglierà la personale di Theaster Gates: sono esposti lavori e progetti, tra cui nuove opere che manifestano gli stretti legami dell’artista americano con il Giappone.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro