Lady D senza pace, giallo sull’intervista choc. I giudici: la Bbc dica le fonti

Il giudice Brian Kerry ha stabilito che la Bbc dovrà mettere a disposizione degli inquirenti tutta la corrispondenza fra Diana e il reporter d’assalto Martin Bashir

Lady D

Lady D

Londra, 12 dicembre 2023 – Lady Diana senza pace, inghiottita ancora una volta dal passato che l’avrebbe consegnata alla Storia come fragile e paranoica. Eccola nel 1995 davanti alle telecamere della BBC, con l’ambizioso giornalista Martin Bashir che la incalza. Le gambe accavallate, quel modo indimenticabile di piegare la testa. Ammette tutto. La bulimia, i pensieri suicidi. E sgancia la bomba: "Eravamo in tre in questo matrimonio, quindi era un po’ affollato". Per decenni quell’intervista è stata considerata l’Hiroshima dei Windsor e un trionfo mediatico anche se Charles Spencer, il fratello della principessa, iniziò subito una battaglia per dimostrare che la sorella era stata raggirata. Oggi il giudice Brian Kerry stabilisce che la gloriosa emittente britannica dovrà mettere a disposizione degli inquirenti tutta la corrispondenza fra Lady D e il reporter d’assalto: più di 3mila mail attraverso le quali potrebbe essere scattata la trappola. Bashir non lavora più alla BBC dal 1999. Il sospetto è che abbia utilizzato documenti falsi e gossip sui reali per convincere l’ex moglie dell’attuale re d’Inghilterra a farsi intervistare.

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

Da un’indagine indipendente era già emerso che il "comportamento ingannevole" del giornalista fu coperto dal più grande e autorevole editore radiotelevisivo del Regno Unito. Il giudice oggi si allinea e chiede le carte, mentre l’emittente non rilascia commenti pur avendo già ammesso che in passato sono stati commessi errori. Silenzio scontato da parte dei reali alla vigilia delle ultime puntate di The Crown: la protagonista è sempre lei, stavolta dentro una pagina di giornalismo non edificante. Dopo la messa in onda l’intervista dominò i titoli di tutto il mondo con varie gradazioni di passione. "La furia di una principessa disprezzata", strillava il Daily Telegraph, mentre il Chicago Sun-Times definiva la vicenda "piuttosto insipida". Bashir e il produttore Mike Robinson nel ’96 ricevettero il Premio BAFTA per il miglior talk show considerato da molti lo scoop del secolo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro