Martedì 25 Giugno 2024
ANDREA MARTINI
Magazine

"La ballata di Edoardo Limonov: il controverso percorso di un'icona tra mito e realtà"

Il film "Limonov" di Kirill Serebrennikov racconta la vita controversa di Edoardo Limonov, tra teppismo, scrittura e politica, senza giudizi ma con lucidità sulla Russia contemporanea. "The substance, body-horror" di Coralie Fargeat esplora il desiderio di eterna giovinezza attraverso una star che si sottopone a un processo rigeneratore.

Come eroe o come canaglia nessuno come lui ha costruito giorno per giorno il mito di se stesso: ha sognato d’essere personaggio romanzesco e c’è riuscito. Al punto che dopo essere stato protagonista di un celebre libro lo è oggi di un film. Edoardo (Eddy) Limonov ha vissuto con frenesia – essenza dell’anima russa – cercando la luce accecante e il rumore assordante. Fu teppista ucraino, idolo della resistenza sovietica sotto Breznev, barbone a New York, scrittore a Parigi, fondatore di un partito neo-bolscevico, oppositore nella Mosca paleocapitalista, prigioniero in Siberia, combattente in Serbia a fianco del famigerato Arkan. Sulla falsariga del romanzo di Carrère, il regista Kirill Serebrennikov (La moglie di Tchaikovsky) affronta la sua controversa figura con una ballata, forma ideale per rievocare colpi d’ala e sbandate del suo itinerario esistenziale. Opportunamente scandito in quadri per marcare le diverse epoche, ripartito tra il bianco e nero della Russia sovietica e il colore dell’Occidente, Limonov la ballata s’avvantaggia dell’interpretazione dell’inglese Ben Whishaw misurato nell’affrontare la follia dell’imprevedibile joker. Il regista non suggerisce per Limonov né empatia né disprezzo e il suo equilibrio, senza averne le pretese, getta a tratti luce sullo stato d’animo della Russia del ventiduesimo secolo.

The substance, body-horror di Coralie Fargeat (Revenge) rivisita con sguardo femminile il mito di Selene, alias dell’eterna giovinezza. Per mantenere all’apice dello splendore forza e bellezza che stanno tramontando una star accetta di sperimentare un misterioso promettente processo rigeneratore. Demi Moore trasformandosi in Margaret Qualley dà corpo alla più diffusa ossessione contemporanea. Gore&glamour a volontà. Film civetta esposto a “like” giovanili che fa rimpiangere Titane.