Martedì 16 Aprile 2024

Johnny Depp a Torino per le riprese di Modì: è arrivato sul set vestito da Che Guevara

Sono iniziate le riprese agli Studios di Mirafiori: è arrivato anche Scamarcio, protagonista del biopic su Modigliani. Il regista alloggia nella suite dei vip all’hotel Principi di Piemonte

Torino, 20 febbraio 2024 – Johnny Depp è a Torino per girare Modì, il film biopic sulla vita di Amedeo Modigliani. Le riprese italiane sono iniziate ieri (la prima parte è stata registrata a Budapest) in tutta fretta: Depp ha fatto appena in tempo da atterrare con il suo jet privato, con una breve tappa all’hotel Principi di Piemonte per appoggiare i bagagli, e si è subito precipitato negli Studios di Mirafiori

A interpretare l’artista livornese, soprannominato appunto Modì, sarà Riccardo Scamarcio: anche lui arrivato ieri in città. Nel cast ci saranno anche Al Pacino nei panni del collezionista d’arte Maurice Gangnat e Luisa Ranieri sarà Rosalie. I Tuscany Film Studios sono un punto di riferimento per la realtà virtuale, segno che il biopic riserverà grandi sorprese. 

Depp in versione Che Guevara

Basco nero e giubbotto militare con il volto del Che appuntato sul braccio: il 60enne Johnny Depp è entrato vestito così agli Studios di Mirafiori.  È la seconda volta che l’ex pirata dei Caraibi – che tutti abbiamo amato nella malinconica versione di ‘Edward mani di forbice’ (1990) , il film cult di Tim Burton che lo consacrò a star – firma una regia, 27 anni fa diresse Marlon Brando nel film ‘Il Coraggioso’ (1997).

''Sono orgoglioso di portare a Torino una star internazionale del calibro di Johnny Depp, con cui abbiamo spesso collaborato negli scorsi anni, come ad esempio nella serie animata Puffins e nel film Waiting for the Barbarians”, ha commentato Andrea Iervolino, fondatore dei Tuscany Film Studios. Negli stessi studi hanno già lavorato Vincent Cassel per il film ‘L'Opera!’ e Mike Tyson, protagonista del film ‘Bunny - Man’.

Modì: il film e le riprese

La prima parte del film è stata girata lo scorso settembre a Budapest. Ora il set è stato allestito a Torino e ieri Deep ha iniziato le nuove riprese: si pensa con il supporto della realtà virtuale, visto che gli Studios sono specializzato proprio sulla tecnologia avanzata.  

Il film che ha in mente Jonny Depp è praticamente un’istantanea della vita di Modigliani: racconterà 48 ore di vita dell’artista durante il suo soggiorno a Parigi del 1916, città dove morì quattro anni dopo. La sceneggiatura è tratta da un'opera teatrale di Dennis McIntyre.

In queste ore si trova a Torino anche Scamarcio: ieri è stato accolto con grande entusiasmo da alcune decine di fan che lo hanno atteso davanti all'albergo del centro dove soggiorna.

Istantanea su Modigliani: 48 ore di vita

Il biopic Modì inizia con una fuga da Parigi, inseguito dalla polizia. L’artista vuole cambiare vita, ma il suo ambiente lo perseguita. Si scontra con i colleghi bohémien: l'artista francese Maurice Utrillo (Pierre Niney), il bielorusso Chaim Soutine e la sua musa e amante inglese Beatrice Hastings. Determinante l’incontro con il noto collezionista d'arte internazionale Maurice Gangnat (Al Pacino): forse è la scintilla per cambiare vita.

La suite di Djokovic e Tyson

Jonny Deep alloggia al Principi di Piemonte, l’hotel a 5 stelle tra i più esclusivi della città. Gli Syudios gli hanno riservato la stessa suite hanno recentemente dormito anche il tennista serbo Novak Djokovic e Mike Tyson, che proprio pochi giorni fa è stato a Mirafiori per girare il film d’azione ‘Bunny – Man’.

Davanti all’hotel, folla di fan assiepata nella speranza di scattare un selfie con Deep. Anche se il regista si è immerso a capofitto nel lavoro agli Studios.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro