'Godzilla vs. Kong', scontro fra titani (foto Warner Bros. Pictures)
'Godzilla vs. Kong', scontro fra titani (foto Warner Bros. Pictures)

Dopo il successo nei cinema nei paesi dove sono già stati riaperti, 'Godzilla vs. Kong' si appresta al debutto sulle piattaforme di streaming, così anche chi non può ancora andare in sala avrà la chance di vedere i due titani che si prendono a ceffoni. Ma se gli sceneggiatori hanno la facoltà di decidere a loro piacimento chi vince, come andrebbe a finire uno scontro fra il lucertolone e il gorilla XXL se esistessero davvero? La risposta arriva dal noto paleontologo inglese Darren Naish, esperto di dinosauri e di criptozoologia, in un articolo che ha firmato per BBC Science Focus.

In un angolo del ring, Godzilla

Naish è partito dalle conoscenze su animali reali, estinti o viventi, e le ha rapportate alla scala colossale dei due protagonisti del film, con un esercizio ironico di scienza applicata alla fantasia. Cominciamo da Godzilla, alias 'il re dei mostri', che in questa sua ultima incarnazione è lungo 177 metri e pesa 90mila tonnellate. Innanzi tutto, è protetto da una corazza di placche ossee quasi impenetrabili e da una fila di acuminate placche dorsali.

Il suo morso ha una potenza stimabile in decine o centinaia di volte quella del T. rex, calcolata a 57mila Newton, 900 kg per centimetro quadrato. In base a studi effettuati sui dinosauri, Godzilla sarebbe in grado di utilizzare la sua coda lunga 100 metri come una mazza e di scagliare colpi a distanza con una forza di 22 milioni di Newton. Infine, dalla bocca spara un raggio atomico alla temperatura di 500mila gradi centigradi.

All'altro angolo, Kong

Rispetto a Godzilla, Kong è molto più agile, dinamico e veloce. Pur mancando dati univoci sulla forza dei gorilla, difficile da misurare in natura, si può ipotizzare che la potenza dei suoi pugni raggiunga svariati milioni di Newton, e le braccia lunghe 70 metri gli danno un bel vantaggio alla media distanza. In proporzione alle dimensioni, la potenza del morso potrebbe essere anche cento volte quella dei gorilla (un più che rispettabile 91 kg per centimetro quadrato). Ma soprattutto Kong è dotato dell'intelligenza superiore dei primati, che gli permette in una certa misura di elaborare strategie, prevedere le mosse dell'avversario e adeguare il suo comportamento di conseguenza, oltre che di utilizzare strumenti di attacco e di difesa.

Il verdetto

Ognuno dei due titani dispone di un arsenale di assi nella manica, ma secondo Darren Naish non c'è sfida. Certo, Kong potrebbe riuscire ad assestare un colpo fortunato o a mettere alle corde Godzilla con l'astuzia, ma "un rettile corazzato, alimentato da energia nucleare e dotato di un raggio atomico e di una poderosa coda di cento metri è semplicemente un avversario imbattibile".