Venerdì 14 Giugno 2024
GIOVANNI BOGANI
Magazine

Murino, la madrina del Festival di Venezia: "Parlerò anche dello sciopero"

A celebrare l’ottantesima edizione della Mostra del cinema, questa sera in Sala Grande, l’ex Bond girl

Caterina Murino, 45 anni

Caterina Murino, 45 anni

Venezia, 30 agosto 2023 – A celebrare l’ottantesima edizione della Mostra del cinema, questa sera in Sala Grande, un’attrice mediterranea, nata in Sardegna, innamoratissima del suo mare, ma capace di conquistarsi un posto di tutto rispetto nel cinema francese, e anche di far girare la testa a James Bond, in 007 Casino Royale. Caterina Murino, la madrina della di Venezia 2023, è un medico mancato: "Non sognavo di fare l’attrice, sognavo di fare la veterinaria". Poi arriva il concorso di Miss Italia, nel 1997, un contratto per una agenzia di moda, le prime fiction. Dal 2004, una scelta di vita radicale: se ne va a Parigi. Da allora, sarà protagonista del cinema e della televisione francesi, con alcune incursioni nel cinema britannico, e alcuni ritorni al cinema italiano, come nell’ultimo film interpretato da Carlo Delle Piane e Lando Buzzanca, Chi salverà le rose?

Caterina, che cosa significa per lei essere madrina della Mostra?

"Significa una opportunità meravigliosa, per la quale sono ancora incredula. Quando Alberto Barbera mi ha chiamata, mi sono chiesta: ma come, proprio io? Ci sono fior fiore di colleghe che lo meritano… Ma per il momento mi tengo stretta, strettissima questa gioia e questa responsabilità. Per me rappresenta anche un ritorno a casa. Da anni lavoro principalmente nel cinema francese, ma il mio cuore è rimasto in Italia".

Come sarà impostato il suo discorso?

"Posso dire il tono che vorrei prendesse: vorrei che fosse come quando invito degli amici a casa mia. Vorrei che si sentissero tutti a loro agio. E poi, certo, parleremo dei temi che sono più essenziali nel dibattito sul cinema in questi tempi, compreso lo sciopero degli attori a Hollywood. Ma senza lungaggini. Voglio che l’emozione di tutti, compresa la mia, non cali, che rimanga forte. Poche parole, ma essenziali".

Ha girato un film come attrice a Venezia…

"Sì: uno dei miei primissimi. Era Il giovane Casanova di Giacomo Battiato, con Stefano Accorsi nel ruolo di Giacomo Casanova. Ricordo che la sera giravamo per le calli di Venezia, bellissima e quasi deserta. Ci tornai nel 2020, per girare un film con Alex de la Iglesia, Veneciafrenia . La città era chiusa per la pandemia. Tutto sembrava fermarsi, trattenere il respiro. Venezia era sola, nuda e bellissima".