Sabato 25 Maggio 2024
CRISTIANA MARIANI
Eurovision

Testi delle canzoni controllati e niente bandiere palestinesi: polemiche all’Eurovision 2024

Sono ammessi solo i vessilli dei Paesi che partecipano alla manifestazione, quindi anche quello di Israele

I giornali svedesi: "Bandiere della Palestina vietate all'Eurovision"

I giornali svedesi: "Bandiere della Palestina vietate all'Eurovision"

Eurovision 2024 senza bandiere palestinesi. Ma con Israele in gara. Che la manifestazione musicale più importante e seguita d'Europa sia spesso contraddittoria ormai è cosa nota. Così come è nota anche la direttiva dell'Ebu, ovvero l'Unione europea di radiodiffusione che organizza e presiede tutto ciò che riguarda l'Eurovision Song Contest: tenere il più possibile lontane polemiche e contestazioni.

Insomma, l'Eurovision deve essere una festa. E va in questa direzione anche la decisione di tenere ritmi serrati e senza monologhi o sketch particolari all'interno delle dirette di semifinali e finale.

Proprio in quest'ottica ecco una nuova direttiva, resa nota dal quotidiano svedese Goteborgs Posten: "Qualsiasi oggetto che possa disturbare il successo dell'evento è vietato, alla Malmo Arena sono ammesse solo bandiere dei 37 Paesi che partecipano alla manifestazione". Niente Palestina, ma sì Israele per intenderci. Non sono inoltre previste manifestazioni contro la guerra a Malmo durante la settimana in cui si svolge l’Eurovision Song Contest. Insomma, i due conflitti che stanno tenendo alta la tensione in Europa e nelle immediate vicinanze non saranno oggetto di discussione nè dentro nè fuori la Malmo Arena. 

E va in questa direzione anche il controllo da parte del Reference Groupe, il direttorio dell'Eurovision Song Contest: "Quest’anno il Reference Groupe ha dovuto controllare i testi delle canzoni, per evitare una politicizzazione dell’evento. Non è una competizione tra Governi" ha spiegato Simona Martorelli, direttore Relazioni Internazionali Rai.

Nelle scorse settimane aveva suscitato scalpore la decisione da parte di Ebu di far partecipare comunque Israele all’Eurovision Song Contest 2024 nonostante il conflitto in atto con la Palestina. Non partecipa invece la Russia, proprio a causa del conflitto in Ucraina.

Una particolarità: Eden Golan, cantante 20enne che rappresenta Israele alla manifestazione che si svolge a Malmo, in Svezia, dal 7 all’11 maggio è cresciuta proprio in Russia.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro